In piazza del Crocifisso

Nemi, inaugurata la scultura intitolata "NO" dello scultore Marco Manzo FOTO VIDEO

Nemi, il paese delle fragole e dei fiori a picco sullo "Specchio di Diana" è stato uno dei primi comuni italiani a inaugurare una particolare scultura per la Giornata per l'eliminazione della violenza sulle donne e di genere.

L'opera, consistente in un paio di scarpe in bronzo dorato, di cui una danneggiata, a significare una situazione di disagio, si trova sul selciato di piazza del Crocifisso, accanto ad una colonnina che con la scritta "NO" condanna ogni forma di violenza contro il sesso femminile. Vicino ci sono anche due comode panchine di colore rosso ad indicare il colore di attenzione verso questo delicato tema.

Sono intervenuti il sindaco Alberto Bertucci, la presidente della locale Proloco Rossella Brecciaroli, la volontaria Donatella Chialastri, lo scultore tatuatore romano Marco Manzo, che ha ideato e realizzato l'opera. Molto apprezzato l' intervento sul tema del professor Giorgio Di Genova, uno dei maggiori critici e storici di arte e storia antica a livello nazionale. Altre iniziative culturali a tema seguiranno nei prossimi giorni tra il centro storico e il palazzo Ruspoli che per l'occasione è stato aperto al pubblico anche nella giornata odierna.