Il Comune: "Vaccinazioni ferme al 72%"

I contagi non diminuiscono: ad Aprilia altri 7 giorni di mascherine obbligatorie

Un’altra settimana con l’obbligo delle mascherine ad Aprilia. La decisione è arrivata in giornata dopo l’analisi dei dati sui contagi. Ad Aprilia “nel periodo compreso tra il 17 ottobre e il 21 novembre, la situazione epidemiologica ha mostrato un aumento costante e sensibile di casi di infezione da SARS COV 2, evidenziando un’elevata circolazione virale oltre i 50/100000 indicati come soglia di attenzione”, si legge nell’ordinanza firmata dal sindaco Antonio Terra che impone ai cittadini di indossare le mascherine all’aperto.

Nell’atto si parla anche dell’ultima rilevazione dei dati di copertura vaccinale dei residenti vaccinati con la seconda (72%) e terza dose (3,3%) “risultante la più bassa della Provincia”. Per la prima volta insomma il Comune mette nero su bianco i dati sulle vaccinazioni ad Aprilia. “Le situazioni fin qui esposte e motivate integrano le condizioni di eccezionalità e urgenza che impongono l’adozione di misure precauzionali a tutela della sanità pubblica”, preso atto che “nell’ultima settimana il numero dei contagi non ha mostrato l’auspicata diminuzione”, si legge ancora.

Oltre alle mascherine, l’ordinanza dispone di “evitare ogni forma di assembramento sul territorio con mantenimento della distanza interpersonale di almeno 1 metro”, “evitare ogni occasione pubblica o privata che possa determinare il coinvolgimento di più persone”, “sanificazione degli ambienti al chiuso dopo il loro utilizzo” e “adozione delle misure di prevenzione standard quali la igienizzazione delle mani”.






Miliardi per le piccole-medie attività
foto anteprima I fondi pubblici ci sono, le richieste no!