Iniziativa dei Giovani Democratici

Pomezia, ridurre il prezzo degli assorbenti nelle farmacie comunali: la mozione

Anche le farmacie comunali di Pomezia si preoccupino di ridurre il costo degli assorbenti femminili e degli altri prodotti igienici e sanitari legati al ciclo mestruale. È la proposta dei Giovani Democratici, ripresa in una mozione dal consigliere comunale del Pd, Stefano Mengozzi, che chiede al Comune di impegnarsi affinché nelle farmacie di proprietà dell'Ente si riduca l'impatto dell'Iva al 22% che, attualmente, si applica agli assorbenti per le donne. 

ASSORBENTI, LA PROPOSTA: NELLE FARMACIE COMUNALI DI POMEZIA COSTINO DI MENO

Un'iniziativa simile è stata messa in atto a Ciampino, dove nelle farmacie comunali l'Iva è stata scontata dal prezzo. I Giovani Democratici di Pomezia chiedono anche di verificare la possibilità di posizionare, vicino alle scuole e agli uffici comunali, distributori automatici di prodotti igienici e sanitari femminili, come gli assorbenti e le coppette mestruali, a prezzi contenuti. Infine, nella mozione si propone anche di sollecitare il Governo nazionale a rivedere l'aliquota fiscale del 22%, visto che assorbenti e simili sono un bene primario.

IN EUROPA LA "TAMPON TAX" GIÀ VIENE RIDOTTA

"In Francia la tampon tax è stata ridotta dal 20% al 5,5%, in Belgio dal 21% al 6%, nei Paesi Bassi è al 6%, in Spagna è prevista una riduzione dal 10% al 7% mentre in Irlanda non viene applicata l'Iva su questi beni. Crediamo che in Italia sia arrivato il momento di attuare un cambiamento e crediamo che, grazie alla nostra mozione, se verrà approvata, il Comune di Pomezia possa schierarsi dalla parte delle donne e ridurre le disuguaglianze". Lo scrive il segretario dei GD pometini, Enrico Mangano.

"Per questo chiediamo a tutte le realtà del territorio di Pomezia sottoscrivere il nostro appello, per dar voce e forza a questa richiesta che noi riteniamo possa essere un segnale concreto verso una città più attenta e sensibile".




















Contenuto Sponsorizzato