Aprilia, dedicata al ricercatore

Domani l'intitolazione della sala Ragazzi della biblioteca a Roberto Fiorentini

Sabato 25 settembre alle ore 16 nella biblioteca comunale si svolgerà l’intitolazione della sala Roberto Fiorentini, una cerimonia che rappresenta il compimento di un percorso condiviso e partecipato iniziato circa due anni fa. L’idea di un’intitolazione di uno spazio pubblico per ricordarlo è nata accogliendo il pensiero di tanti amici e studenti che frequentano gli spazi culturali ed è poi maturata attraverso il confronto con amici e associazioni che con lui hanno condiviso vari percorsi. Una volontà ribadita con il successo della raccolta firme che, malgrado il lockdown che nel 2020 per diversi mesi ha imposto un distanziamento fisico, ci ha permesso di raccogliere quasi mille firme.

Essere chiamato dalla National Gallery of Art di Washington, una delle più importanti istituzioni al mondo nel campo dell’arte, ha rappresentato per Roberto un riconoscimento prestigioso a livello internazionale, un risultato frutto dei tanti sforzi compiuti negli anni precedenti in Italia, in gran parte proprio in quella biblioteca che lo ha visto crescere e formarsi. La nostra speranza è che con questa intitolazione le nuove generazioni, i giovani che frequentano e frequenteranno la biblioteca anche in futuro potranno trarre stimolo ed ispirazione per affermarsi nella vita; sapendo cogliere la lezione di continua ricerca, di civiltà e di rispetto per la cultura e per il bello che ci ha lasciato Roberto.

L’associazione Napo87 ringrazia l’amministrazione comunale che si è prodigata per completare l’iter autorizzativo in tempi brevi per intitolare parte della biblioteca che è sempre stata a cuore a Roberto. L’attività della nostra associazione non si ferma, il nostro impegno ora è concentrato sulla realizzazione del parco tra via Ugo La Malfa e via Scarlatti dove l’8 marzo 2020 è stato piantato un albero Ginkgo Biloba e una targa in ricordo di Roberto.

 

 

CHI SIAMO -  L’associazione Culturale Napo87, nasce in onore e in memoria di Roberto Fiorentini per portare avanti i progetti nei quali credeva, in particolare su tematiche come ambiente e cultura.  L’associazione ha aperto un conto corrente per ricevere contributi e donazioni (presso Banca di Credito Cooperativo di Roma, filiale di Aprilia, Iban IT37Y0832773920000000004087) che saranno destinati allo sviluppo dei progetti.  Roberto, laureato in Storia Moderna all'Università La Sapienza di Roma, aveva conseguito un dottorato di ricerca in storia presso l'Università di Studi di Pavia. Nel settembre 2019 aveva ottenuto un prestigioso incarico alla National Gallery of Art di Washington come ricercatore associato, dopo aver collaborato per anni con l'Istituto Storico Germanico di Roma e l'Archivio del Vicariato di Roma.

CHI ERA - Roberto Fiorentini è nato ad Aprilia il 7 Gennaio 1987 ed è morto prematuramente a Washington, il 5 dicembre 2019 stroncato da un malore improvviso. Aveva 32 anni. Roberto è stato un grande appassionato di storia e della cultura in generale prima di tutto, ma anche un giovane politico sempre attento alle dinamiche sociali e ambientali del territorio. Roberto si laurea in Storia Moderna presso l’Università Sapienza di Roma, poi consegue un Master sempre presso la stessa Università e successivamente un importante Dottorato di Ricerca in Storia Moderna presso l’Università degli Studi di Pavia con una Tesi su Papa Innocenzo XI Odescalchi. Dopo numerose esperienze in prestigiose istituzioni, nel 2019 il grande traguardo: Roberto viene chiamato proprio dalla National Gallery of Art, CASVA (Center for Advanced Study in the Visual Arts), di Washington, a ricoprire l’incarico di Ricercatore Associato per continuare le sue ricerche storiche in particolare sull’Accademia di San Luca di Roma, sotto la guida del professor Peter Lukehart.






Miliardi per le piccole-medie attività
foto anteprima I fondi pubblici ci sono, le richieste no!

















«Avanti sulla scorta della continuità»
Provincia di Latina, Vulcano presidente al posto di Medici