L'aggressione a Torvaianica

Chiede il biglietto al passeggero, autista Cotral malmenato finisce in ospedale

Ennesimo episodio di aggressione ad un autista Cotral che chiede il biglietto ad un passeggero. Ad essere aggredito, malmenato e a finire in ospedale è stato un dipendente del trasporto pubblico residente a Nettuno.
La corsa incriminata è quella delle 22 di ieri sera, che da Roma Laurentina arriva proprio nel comune del Tridente. Un giovane, italiano, ubriaco e molesto, è salito alla fermata di TorvaIanica, il litorale di Pomezia. Il ragazzo era evidentemente ubriaco, come hanno raccontato i testimoni. L’autista gli ha chiesto di mostrare o fare il biglietto, per tutta risposta il giovane prima gli ha tirato addosso la coca cola che portava con sé, poi la lattina. Quindi lo ha aggredito a calci e pugni e lo ha buttato per terra, sotto gli occhi increduli dei venti passeggeri della corsa. Molti di loro sono intervenuti a difesa dell’autista ma il danno ormai era fatto. Il conducente è stato portato in pronto soccorso con una frattura al piede, ferite al volto, escoriazioni e un taglio profondo al braccio. Al momento è ancora sotto osservazione in ospedale. Sul posto due auto dei carabinieri chiamati proprio dai passeggeri del bus che, nel giro di pochissimo, hanno individuato e trattenuto il responsabile dell’aggressione, che dopo la fuga dal mezzo di trasporto si era fermato in prossimità della zona in cui aveva aggredito l’autista. Il giovane è stato denunciato per lesioni. Resta il problema, serissimo, delle aggressioni a chi svolge il proprio lavoro e della situazione di pericolo a cui è esposto il personale del trasporto pubblico, alla mercé di ogni folle.