Polizia di Stato in azione

Controlli alle minicar a Latina, multe per irregolarità e per musica troppo alta

Nel corso della serata di ieri, gli agenti della Squadra Volante della Questura, coadiuvati da 2 equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Lazio, hanno effettuato una serie di controlli straordinari, mirati tanto al controllo delle zone interessate dalla movida, quanto alla prevenzione e repressione di crimini in generale.

I risultati sono stati positivi: nel corso dell’operazione ad “alto impatto”, nel solo capoluogo, sono state identificate oltre 100 persone e controllati più di 50 veicoli.

Sono stati “privilegiati” dai controlli gli abituali luoghi di ritrovo dei giovani, senza tuttavia escludere le periferie.

A seguito di tale operazione, sono state elevate numerose sanzioni per violazioni al Codice della Strada nei confronti anche di conducenti di veicoli cosiddetti “minicar” dei quali, in particolare, veniva sanzionato un conducente autore di una duplice violazione: perché trasportava 2 passeggeri mentre il codice prevede la possibilità di un solo passeggero (con conducente maggiorenne) e perché aveva il volume dell’autoradio talmente alto da pregiudicare l’ascolto di eventuali segnalazioni sonore. Un’autovettura è stata posta sotto sequestro perché priva di copertura assicurativa. Ulteriori sanzioni sono state elevate per infrazioni di minore entità.

Non sono mancati inoltre risultati dal punto di vista preventivo e repressivo: un ragazzo pregiudicato è stato denunciato per aver violato l’Ordine di Foglio di Via Obbligatorio dal comune di Latina, irrogatogli nel 2019 dal Questore e valido per la durata di anni 3, mentre a Terracina un napoletano di 36 anni, già pregiudicato per reati contro il patrimonio, è stato denunciato perché trovato in possesso di oggetti atti allo scasso. Lo stesso è stato poi allontanato dal comune basso-pontino con Foglio di Via Obbligatorio.






Miliardi per le piccole-medie attività
foto anteprima I fondi pubblici ci sono, le richieste no!