Interventi sul territorio

Interventi alla rete idrogeologica di Marino, contro allagamenti e disagi

Il Comune è intervenuto su un problema importante e complesso che tocca direttamente i cittadini del quadrante Cava dei Selci - via Paiella Catullo, da via A. Garibaldi fino al depuratore ACEA - i quali hanno subito disagi legati ai problemi idrogeologici che per anni hanno causato allagamenti e grandi difficoltà al traffico e ai residenti.

"Quest’opera di canalizzazione delle acque meteoriche sarebbe dovuta essere realizzata prima, o al massimo, in concomitanza con l’edificazione della molteplici palazzine che insistono sull’area, ma che, i precedenti amministratori, non si sa per quale bislacca ragione, hanno evitato di far realizzare in modo opportuno. I lavori realizzati, infatti, hanno sostituito una canalizzazione che definire ridicola appare un complimento; il potenziamento del manufatto ha previsto l’utilizzo di tubazioni di oltre un metro di diametro in modo tale da riuscire a canalizzare l’enorme quantitativo di acqua che la zona raccoglie dai declivi soprastanti verso il depuratore" scrive il sindaco Colizza in una nota. 

"Sempre nel solco degli importanti interventi volti a contenere il rischio idrogeologico per la messa in sicurezza del territorio, stiamo andando ad intervenire anche nel quadrante di Marino Centro. I lavori riguarderanno il costone che interessa la zona di Acqua Santa fino alle Cave di Peperino; le opere interessano la canalizzazione delle acque meteoriche e reflue. In particolare, il progetto che inizierà tra pochi giorni prevede il ripristino del sistema di scarico delle acque bianche (piovane) e la riqualificazione degli spazi pubblici adiacenti. Verrà riparato il vascone di contenimento delle acque reflue, contemporaneamente sarà ripristinato il corretto flusso delle acque meteoriche e ripulito il fosso sottostante. Infine sarà ripristinata la pavimentazione del percorso pedonale per consentire ai cittadini di passeggiare e godere pienamente di questo nostro splendido luogo. Oggi siamo intervenuti per risolvere problemi pregressi, causati da gestioni superficiali. In futuro queste situazioni non si potranno ripetere grazie alla variante di Rigenerazione Urbana che impone un metodo basato specificatamente sull’interesse pubblico dei cittadini. Grazie all’approvazione del Piano Triennale delle Opere varato in Consiglio comunale dalla sola Maggioranza, abbiamo stanziato 500.000 euro per questa opera infrastrutturale; stiamo riportando alla normalità ciò che era diventato un privilegio di pochi; stiamo facendo tornare ai cittadini ciò che appartiene ai cittadini" conclude il sindaco.