L'allarme del sindacato Sippe

Pochi agenti di polizia penitenziaria, emergenza al carcere di Velletri

Carmine Olanda sindacato Sippe

Emergenza mancanza di personale di Polizia Penitenziaria presso la Casa Circondariale di Velletri. Il sindacato Sippe scrive ai vertici dell'Amministrazione Penitenziaria, Egregi; Presidente, amministrazione Penitenziaria Centrale, Provveditorato alle Carceri e Direzione Carcere Velletri: "E’ doveroso da parte di questa organizzazione sindacale informarla che la gestione della Casa Circondariale di Velletri è diventata al quanto difficoltosa, tanto da rischiare il collasso improvviso a causa della gravissima  carenza di personale. Il personale di Polizia Penitenziaria, oramai giunto all’ estremo delle sue forze a causa dei turni e  viene segnalato che alcuni Agenti (circa 18 unità) che erano in servizio presso il Penitenziario di 
Velletri sono stati messi in partenza presso altri Istituti a causa dei trasferimenti previsti dall’ interpello Nazionale, senza che venissero rimpiazzati con altro Personale in entrata. Questo tipo di movimento sproporzionato del Personale ha aggravato ulteriormente la gestione dell’Istituto, tanto da trasformarlo in una vera polveriera pronta ad esplodere. Per i motivi sopra esposti, questa Organizzazione Sindacale (Sippe) è costretta a chiedere un intervento, urgente, al fine di inviare con estrema  urgenza nuovo personale di Polizia Penitenziaria presso il carcere di  Velletri prima che la situazione possa degenerare ulteriormente per operatori Polizia Penitenziaria e civili e detenuti stessi", scrive il dirigente nazionale del Sippe Pol.Pen. Carmine Olanda.







Appuntamento domenica 19 alle 9
Frascatiscienza: ad Ariccia arriva il piedibus











Menzione d'onore per i ragazzi dalle 5SA
Ciampino, il liceo “Volterra” brilla al Turing Contest