Buon inizio anno scolastico a tutti

Da oggi di nuovo a scuola: i sindaci dei Castelli fanno gli auguri ai ragazzi

Da oggi anche ai Castelli hanno riaperto le scuole e i ragazzi sono tornati tra i banchi, nel rispetto delle norme Covid. Le amministrazioni dei Castelli, da Grottaferrata a Marino, hanno voluto augurare un buon inizio anno scolastico a tutti gli studenti del territorio, dalle elementari alle superiori. Di seguito i calorosi messaggi rivolti ai giovani. (A cura di Laura Alteri) 

MARINO

Il messaggio del Sindaco Carlo Colizza e dell’Assessore alle Scuole Paola Tiberi di Marino: "A tutti voi ragazze e ragazzi che state svolgendo il primo giorno di lezione auguriamo, insieme a tutto il personale scolastico, di essere testimoni della gioia di condividere il tempo per apprendere. Quanto abbiamo alle spalle rappresenta un punto di partenza, dove arriveremo è un percorso meraviglioso che vede tutti voi impegnati nel crescere come individui e come comunità. Volgete lo sguardo a chi sembra smarrito, non lasciate nessuno isolato, testimoniate il rispetto ed il riconoscimento dell’altro perché chi meglio di voi sa che un libro non si giudica dalla copertina? Vi auguriamo di vivere a pieno ogni minuto e, quando sentirete la stanchezza, cercate nel sorriso di un compagno la spinta a non mollare senza dimenticare che l’amore dei vostri genitori è reale nei sacrifici, come nelle gioie. Uniti ed insieme dimostreremo ancora una volta che la comunità scolastica è un baluardo per la nostra società e fondamento per l’intera Nazione, siate fieri di essere studenti ed orgogliosi di riconoscere sempre l’altro". 

GROTTAFERRATA

Il Sindaco Luciano Andreotti e il Delegato alle Politiche Scolastiche Franco Antonio Sapia hanno augurato buon anno agli studenti così: "All’inizio di questo nuovo anno scolastico, come primo cittadino di Grottaferrata, ci tengo particolarmente ad estendere questo messaggio di augurio, di sprone e di rinnovata, piena collaborazione a tutte, tutti e ciascuno di Voi. Quello che prende il via oggi, infatti, non è un anno qualsiasi. E’ - e dovrà necessariamente essere - l’anno del vero e fin troppo atteso, desiderato quanto rimandato “ritorno a scuola” di ogni studentessa e studente: dalle scuole dell’infanzia alle primarie, dalle secondarie all’università. Gli ultimi due anni, come è tristemente noto a ognuno, sono stati funestati, interrotti, maltrattati dalla pandemia di Covid-19 che ancora non ci abbandona ma alla quale, attraverso il vaccino, stiamo riuscendo a trovare un argine che si conferma efficace ogni giorno di più. Tutto ciò sta accadendo grazie alla prontezza e al coraggio della ricerca scientifica e alla conseguente (ma non scontata!) azione comune, privata e al tempo stesso sommamente sociale e solidale di ogni singolo cittadino. Il dibattito, non sempre chiaro né realmente formativo, sulla campagna di vaccinazioni in corso a tutti i livelli, ha rappresentato in realtà la più grande lezione di educazione civica applicata alla vita quotidiana. Abbiamo capito, infatti, che per l’essere umano “animale sociale” come insegnava il filosofo Aristotele, non vi è in realtà libertà senza condivisione di una sorte che, piaccia o meno, è comune per tutta l’umanità. Abbiamo capito che nessuna tecnologia, anche la più evoluta, quella che ci sarà ogni giorno di più di ausilio e facilitazione nella gestione della vita, può in realtà sopperire al contatto umano, alla lezione di un docente illuminato, a una ricreazione desiderata, all’abbraccio di un’amicizia o al bacio di un primo amore adolescente, nato proprio sui banchi di scuola. Due anni di “dad” (didattica a distanza) sono riusciti in buona sostanza a restituire tutta la meraviglia del Libro Cuore da vivere in classe, ognuno con la propria storia, bella o triste, purché si possa condividere. Questo dovrà essere il grande obiettivo: l’esame di maturità che attenderà quest’anno tutti noi. Chi amministra una comunità, un sindaco, cosa può dire e garantire se non un andamento dell’anno e delle attività sereno con un ascolto e una partecipazione, da parte dell’ente locale e delle istituzioni democratiche del territorio, attenti quanto discreti e profondamente rispettosi dell’autonomia di cui ogni istituto scolastico gode per legge. [...] Vi saluto affettuosamente, porgendo a tutte e tutti voi il più sincero augurio di buon anno scolastico!".

ALBANO

Il messaggio dell'assessore all'istruzione Alessandra Zeppieri per l'inizio dell'anno scolastico 2021/2022: "Da qualche minuto il suono delle campanelle ha dato inizio al nuovo anno scolastico!. Desidero esprimere i miei migliori auguri per questo rinnovato percorso ai nostri alunni, ai nostri studenti e alle loro famiglie. Nella speranza che possa essere per tutti e tutte un anno sereno e che la gioia, la creatività e la curiosità possano prendere il posto dei timori e delle incertezze che, inevitabilmente, ancora ci accompagnano. Ai Dirigenti, ai docenti e a tutto il personale scolastico va la mia gratitudine per il costante impegno e per la dedizione al proprio lavoro: possa essere una serena ripartenza anche per voi! Il mondo della scuola merita di riappropriarsi della sua normalità; la conquisteremo passo dopo passo e lo faremo insieme. Impegnandoci, ciascuno nel proprio ruolo e nei propri compiti, collaborando e confrontandoci, saremo certamente in grado di superare le eventuali difficoltà che potranno presentarsi. Procederemo con prudenza, come sempre abbiamo fatto, per ripartire in sicurezza e per garantire a tutti e a tutte il diritto allo studio e alla socialità per l’intera durata dell’anno scolastico. Fermamente convinta – lo affermava Nelson Mandela – che l’istruzione sia la porta d’ingresso alla libertà, alla democrazia e allo sviluppo. Buon inizio a tutti noi". 


ARICCIA

Gli auguri del sindaco di Ariccia Gianluca Staccoli: “Il primo giorno di scuola quest’anno ha tutto un altro sapore. Tornare in aula in presenza sin dall’inizio, dopo più di un anno di didattica a distanza, è il primo vero segnale di normalità. Come Amministrazione abbiamo fatto tutto quello che dovevamo per garantire la riapertura degli istituti scolastici in piena sicurezza e per agevolare studenti e genitori nell’organizzazione familiare. Sono estremamente contento che i primi segnali di ritorno alla vita pre covid arrivino dalle scuole e dai ragazzi, è sinonimo di voler puntare sul futuro del Paese. A loro, ai più giovani, va il mio augurio di un buon inizio di anno scolastico e la certezza che sapranno dare la giusta spinta al Paese per rialzarsi”. 

CASTEL GANDOLFO

Il messaggio di auguri dell'amministrazione di Castel Gandolfo: "Care bimbe e ragazze, cari bimbi e ragazzi, ci siamo! Mancano poche ore la campanella suonerà di nuovo. Le insegnanti e gli insegnanti sono pronti ad accogliervi, i banchi sono lì ad aspettarvi ed è tanta la voglia di tornare ad imparare insieme. Che sia la prima volta in una nuova classe o che sia l'inizio dell'ultimo anno insieme, vi auguriamo che possiate godervi giorno per giorno questo viaggio bellissimo nel sapere e, speriamo con tutto il cuore, che possa essere fatto ogni giorno fianco a fianco, in presenza, condividendo l'emozione di nuove scoperte e il supporto reciproco nelle piccole e grandi difficoltà che potrete incontrare. Auguriamo buon anno scolastico anche a tutte le insegnanti e gli insegnanti, a tutto il personale scolastico e alle dirigenti e ai dirigenti di tutte le scuole di Castel Gandolfo che sapranno guidare gli alunni e le alunne, come sempre, nel migliore dei modi. Buon anno scolastico anche a tutte le famiglie delle nostre bambine e ragazze e dei nostri bambini e ragazzi che, insieme alla scuola, accompagneranno nel percorso di crescita le figlie e i figli. Infine a voi giovani, dal più piccolo al più grande, promettiamo che noi grandi ce la metteremo tutta per garantire a tutte e tutti voi che quest'anno scolastico possa iniziare e chiudersi come sempre, tra aule, corridoi, cortili e banchi. Perché la scuola è il posto più sicuro e più bello che ci sia!".

LANUVIO

Il messaggio dell'Assessore alle Scuole Alessandro De Santis e della Consigliera Delegata alle Scuole Irene Quadrana: "Carissimi bambini e bambine, ragazzi e ragazze, un nuovo anno scolastico vi aspetta per essere vissuto! Quest'anno ci vedrà ancora alle prese con l'emergenza pandemia Covid-19 e con le restrizioni che tutti dovremo rispettare. Come Amministrazione Comunale e in veste di Assessore e Delegata alle Scuole abbiamo lavorato in stretto contatto e in costante collaborazione con i Dirigenti Scolastici di Lanuvio e Campoleone per permettere alle nostre scuole una riapertura in piena sicurezza. Potrete così vivere la scuola in presenza perché è importante che voi possiate studiare e conoscere ed è fondamentale che il vostro percorso educativo lo facciate insieme ai vostri compagni con cui avrete modo di condividere molte delle vostre emozioni. I vostri insegnanti avranno l’importantissimo compito di guidarvi nella vostra crescita, i genitori quello di sostenervi, aiutarvi e spronarvi nei momenti di difficoltà che inevitabilmente ci potranno essere. I veri protagonisti della scuola però sarete voi cari alunni e care alunne, nel costruire giorno dopo giorno le fondamenta per il vostro domani; avete dimostrato un grande senso di responsabilità già nello scorso anno scolastico e siamo sicuri che anche in questo anno continuerete a dimostrarlo. In questi giorni, a nome del Sindaco Luigi Galieti e anche assieme al nuovo Comandante della Polizia Locale Ierace, stiamo portando di persona nei diversi plessi il nostro saluto di inizio anno. Sin da ora intanto però auguriamo a tutti voi che siete i nostri studenti e studentesse, ai due Dirigenti Scolastici, al Corpo Docente e non docente, al personale ATA, ai volontari che a vario titolo supporteranno l’istituzione scolastica e a tutte le vostre famiglie un sereno e fruttuoso anno scolastico 2021/2022".

CIAMPINO

Il messaggio della ex sindaco Daniela Ballico e dell'ex assessore Anna Rita Contestabile: "Carissimi ragazzi, genitori e insegnanti, come ogni anno si ricomincia! Inizia un anno scolastico all’insegna della normalità quasi totale (i banchi non sono più obbligatoriamente distanziati e la mascherina, in alcuni casi, si può togliere, per esempio), speriamo lo sia davvero e lo sia per tutto l’anno, dopo aver passato il 2020 più a casa in DAD che in classe. Quest’anno mi dispiace infinitamente, ma non potrò essere con voi per l’apertura dell’anno scolastico, perché, per il momento, non sono più il vostro Sindaco, almeno fino alle prossime elezioni, ma non vi preoccupate, a guidare la città in questi casi c’è un Prefetto. Lascio a questo scritto il compito di augurarvi un anno scolastico pieno di vita, pieno di incontri, pieno di serenità e ovviamente di studio. Lo studio è il miglior investimento per la vostra vita, insieme alla conoscenza di qualche lingua straniera e al “tempo”: non sprecatelo! Qualsiasi sogno voi vogliate realizzare, avere la possibilità di “esportarlo” oltre i confini è garanzia di maggior successo. Un caro saluto a tutti, un abbraccio a voi bambini e ragazzi, sperando di rivederci per la fine della scuola con la consegna dei diplomi". 

VELLETRI

Il messaggio del Sindaco di Velletri Orlando Pocci a tutti gli studenti: "Primo giorno di scuola, si rinnova la magia della crescita tra l’emozione delle bambine e dei bambini, tra le speranze delle ragazze e dei ragazzi. Auguro a tutte e a tutti un buon anno scolastico e domando scusa ai cittadini per i disagi determinati dai lavori di manutenzione che stiamo svolgendo in tanti luoghi della Città".

LARIANO

Il saluto del sindaco Maurizio Caliciotti di Lariano: “Cari bambini, cari ragazzi, cara dirigente e cari insegnanti, cari genitori, oggi, dopo la brusca interruzione del 2020, il lockdown, la didattica a distanza, le vacanze estive, si torna finalmente a scuola in presenza. Una ripartenza importante che, se faremo tutti la nostra piccola parte nella quotidianità, ci porterà a guardare al futuro con motivata positività. Alla Dirigente scolastica Patrizia Fiaschetti e a tutti gli insegnanti, che non smetterò mai di ringraziare, vorrei chiedere di trasformare questa situazione in un’occasione per stimolare bambini e ragazzi a diventare più responsabili, sviluppando in loro, pian piano, una competenza sociale che li porterà a diventare cittadini in grado di guardare al bene comune e a prendersi cura degli altri e delle loro necessità. Un grazie speciale alle famiglie che in questa crisi emergenziale hanno fatto veri e propri miracoli, e alle quali raccomando vivamente di fare squadra con le istituzioni scolastiche in questo anno che sarà maggiormente impegnativo dal punto di vista della sicurezza sanitaria. A tutto il personale ausiliario il mio personale saluto e augurio di buon lavoro. L’Amministrazione comunale sarà sempre al vostro fianco per affrontare le necessità e i vari problemi che via via si presenteranno e per trovare insieme soluzioni condivise e soddisfacenti, sempre per il benessere e nell’interesse dei nostri bambini e dei nostri ragazzi. Un saluto speciale e un forte abbraccio ai nostri piccoli che affronteranno il loro primo giorno di scuola. Buon anno scolastico 2021/2022 a tutti".






Miliardi per le piccole-medie attività
foto anteprima I fondi pubblici ci sono, le richieste no!

Appuntamento domenica 19 alle 9
Frascatiscienza: ad Ariccia arriva il piedibus











Menzione d'onore per i ragazzi dalle 5SA
Ciampino, il liceo “Volterra” brilla al Turing Contest