Coinvolti gli studenti pometini

Un murales per ogni scuola superiore di Pomezia: al via il progetto street art

Si è tenuto ieri mattina un incontro tra la vicesindaco di Pomezia, Simona Morcellini, l'assessora alla Scuola, Miriam Delvecchio, i consiglieri comunali Stefano Alunno Mancini e Luisa Navisse, e i dirigenti scolastici delle scuole superiori del territorio, per avviare ufficialmente un progetto di street art che coinvolgerà gli studenti di Pomezia.

STREET ART A SCUOLA: UN MURALE PER OGNI ISTITUTO SUPERIORE DI POMEZIA


«L'obiettivo – spiega l'assessora Delvecchio – è coinvolgere gli studenti nella progettazione e realizzazione di quattro murales, uno per ogni istituto: la street art è una forma espressiva molto vicina ai più giovani e già utilizzata dai nostri studenti in progetti scolastici e in collaborazione con il Comune. Con questo progetto vogliamo lavorare sull'agenda 2030 e sul curriculum dell'educazione civica valorizzando l'attività artistica e culturale degli studenti della nostra città, che non solo renderanno più belli i loro edifici scolastici ma lasceranno la loro impronta a chi arriverà dopo».

«Questa collaborazione con le scuole - aggiunge la vicesindaco Morcellini - si inserisce perfettamente nel progetto "Sol Indiges. Arte pubblica a Pomezia tra mito e futuro", avviato ad aprile scorso con il grande murale "L'Antiporta" di Agostino Iacurci sulle pareti della biblioteca comunale, che proseguirà a ottobre con la "Chiamata alle arti. Fare scuola" dell'artista Ivan Tresoldi sulle scuole Orazio e Marone. Un percorso che intreccia narrazione delle origini e visione del futuro, mettendo al centro i nostri concittadini più giovani».