La condanna del M5S

Barillari (Lazio) si punta una pistola al braccio: «Vaccino è roulette russa»

Il consigliere della Regione Lazio Davide Barillari è apparso in un video in cui si è puntato una pistola contro il braccio affermando che «il vaccino è come una roulette russa, e sei proprio tu a voler premere il grilletto».

Barillari, noto per la sua posizione no vax, ha indirizzato l'arma - un giocattolo, afferma lo stesso consigliere regionale sulla sua pagina facebook - sul punto in cui viene inoculato il vaccino anti Covid. 

BARILLARI (CONSIGLIERE LAZIO) CONTRO I VACCINI COVID ESTRAE UNA PISTOLA

Davide Barillari, che oggi siede nel consiglio regionale del Lazio in cui è stato eletto con il Movimento 5 Stelle (e da cui è stato espulso a maggio 2020), ha dato vita al movimento R2020. Il video che ha pubblicato ieri sul suo canale Youtube, in cui lo si vede impugnare la pistola e puntarsela addosso, è l'inizio di una conferenza stampa denominata "#veritàsulvaccino". 

Fu proprio il tema della sanità che distrusse il rapporto tra Davide Barillari e il Movimento 5 Stelle del Lazio. Ecco l'intervista che fece scoppiare il "caso Barillari" in Regione: «Non venderò la coscienza»

M5S LAZIO: "BARILLARI HA SUPERATO IL LIMITE"

Contro Barillari si è esposto proprio il suo ex partito, il M5S del Lazio. "Per quanto abituati alle uscite sceniche di Barillari con lo scopo di racimolare qualche like, questa volta riteniamo che si sia superato il limite", si legge in una nota diffusa dai consiglieri pentastellati della Regione Lazio. 

"Mostrarsi in un video, all’interno del Consiglio regionale - affermano - con una pistola in pugno è un atto gravissimo che travalica ogni comportamento responsabile e lancia un messaggio oltraggioso, oltre che pericoloso in un momento in cui ci sono tensioni che andrebbero placate e non alimentate con manifestazioni plateali di tale portata. Le sedi istituzionali non possono fare da sfondo a questi spettacoli indecenti ed è fortemente preoccupante che si arrivi ad esprimere il proprio dissenso utilizzando un’arma da fuoco, vera o finta che sia".

"AUSPICHIAMO SIANO PRESI SERI PROVVEDIMENTI"

"La ragionevolezza non è mai stata il forte di Barillari - attaccano i 5Stelle del Lazio - ma auspichiamo che dopo tale vergognoso comportamento, vengano presi seri provvedimenti nei confronti di un rappresentante delle Istituzioni che si fa beffa delle stesse e del buon senso, utilizzando un oggetto di morte. È una deriva inaccettabile e deleteria, che condanniamo fermamente".

ZINGARETTI: "BARILLARI SI SCUSI. GESTO GRAVE E DISEDUCATIVO"

È piena di sdegno la reazione del governatore del Lazio, Nicola Zingaretti, dopo la pubblicazione del video di Davide Barillari che si punta la pistola al braccio. "Mostrare una pistola (non si capisce se vera o giocattolo) in un video è molto grave e diseducativo - scrive Zingaretti - Abbinarla a una presunta pericolosità dei vaccini è doppiamente folle e sbagliato. Barillari si scusi per il suo video: i vaccini stanno salvando il mondo. Le pistole no".

BARILLARI: "SI PREOCCUPANO DI UNA PISTOLA GIOCATTOLO E IGNORANO REAZIONI AVVERSE"

Non si è fatta attendere la replica del consigliere regionale Barillari, dopo la pioggia di critiche che gli sono piovute addosso - anche dagli ex colleghi di partito del M5S - dopo il video con la pistola. "Come preoccuparsi di una pistola giocattolo e ignorare 80.000 segnalazioni di reazioni avverse - scrive il consigliere del Lazio, che ribadisce la propria posizione contraria alla campagna di somministrazione dei vaccini anti Covid - Grande Stampa Italiana".