Il fuoco ha minacciato case e attività

Castelli Romani messi in ginocchio dagli incendi, linee ferroviarie interrotte FOTO

Castelli Romani e zona Roma sud messi in ginocchio dagli incendi. In pochi giorni sono stati colpiti Lanuvio, Velletri, Frascati, Rocca Priora, Monte Compatri, Marino, Colonna, con stop delle linee ferroviarie Roma Velletri e Roma Cassino per molte ore, tra ieri e l'altro ieri. A fuoco, tutti incendi e roghi dolosi o colposi, scarpate ferroviarie incolte e piene di sporcizia, capanne e baracche agricole, una è anche scoppiata, per via delle bombole all'interno a Colonna, vegetazione incolta e altissima e rifiuti vari.

VIGILI DEL FUOCO E PROTEZIONE CIVILE A LAVORO

Al lavoro, mezzi aerei e di terra delle protezioni civili e dei vigili del fuoco di tutta la zona dei Castelli Romani, dei Monti Prenestini e zona Casilina, dove nel pomeriggio di ieri si contavano almeno 20 interventi antincendio in contemporanea, tra cui uno sicuramente tossico e pericoloso in un grosso deposito di auto vecchie nella zona tra Frascati e la Borghesiana, a Roma, bonificato solo in serata dai vigili del fuoco di Frascati e Nemi, insieme a molti gruppi di protezioni civili e altre autobotti dei pompieri da Roma e mezzi speciali con autorespiratori e strumenti per rilievi inquinanti.

IN SALVO CASE E NEGOZI

Salvate molte case e attività commerciali e case di riposo dall'intervento dei pompieri e dei volontari, danni ingenti all'ambiente e in alcune proprietà private esterne, le indagini sono curate dal nucleo carabinieri forestale di Rocca di Papa e Velletri per il territorio di loro competenza e dai colleghi di Roma per la loro giurisdizione. Indagini in corso anche a Marino da parte della polizia locale per un incendio colposo in Messerpaoli di ieri mattina.  L.S.