Sono parenti, di 18 e 50 anni

Tentato omicidio in un Bar di Lavinio, la Polizia arresta due ragazzi di Anzio

Dopo una incessante attività investigativa, svolta dagli uomini del commissariato di pubblica sicurezza di Anzio e Nettuno, nella notte, anticipando le mosse degli indagati che stavano per rendersi irreperibili, sono stati tratti in arresto gli autori del tentato omicidio del giovane albanese di qualche giorno fa a Lavinio.
I due, entrambi italiani e di Anzio, uno di 50 e l’altro di 18 anni, parenti tra loro, lo ricordiamo, avevano inseguito in strada il giovane albanese che aveva fatto una battuta di cattivo gusto sulla loro permanenza nel bagno del bar. Dopo averlo raggiunto lo hanno accoltellato più volte e lasciato a terra esanime in una pozza di sangue. Molti passanti hanno pensato che il giovane albanese fosse morto. Invece l’immediatezza dei soccorsi ha evitato il peggio.
Sotto la guida investigativa della procura della repubblica di Velletri, che ha fornito l’imput giudiziario per eseguire gli arresti, i poliziotti hanno provveduto ad arrestare i due, ritenuti responsabili del reato di tentato omicidio. Entrambi sono stati associati al carcere di Velletri.