Il Comandante Arancio: "Tolleranza zero"

Anzio, al via la differenziata con sei isole mobili vigilate, multe e denunce

E’ iniziata ieri ad Anzio centro la nuova raccolta differenziata con il posizionamento di sei isole mobili attrezzate e vigilate, dove sarà possibile, per ora esclusivamente la mattina ed a orari prestabiliti, conferire i rifiuti differenziati secondo il Calendario pubblicato sul sito istituzionale del Comune di Anzio. In futuro potrà essere esteso l’orario della raccolta anche al pomeriggio.
Dopo l’emergenza rifiuti degli ultimi giorni ieri mattina la situazione e ritornata sotto controllo, con gli operai dell’igiene pubblica a lavoro e con la possibilità di ritirare l’indifferenziato. Positivo il colpo d’occhio nei luoghi dove prima c’erano le isole ecologiche, dove ora, non ci sono più le montagne di immondizia lasciate dagli incivili.
Per quanto riguarda la nuova raccolta differenziata e le sanzioni per chi trasgredisce la normativa è intervenuto il Comandante della Polizia Locale di Anzio Antonio Arancio.
“E’ iniziata la nuova organizzazione per quanto riguarda la raccolta dei rifiuti solidi urbani – spiega il Comandante – siamo in piena raccolta dinamica, l’Amministrazione illustrerà ai cittadini con delle comunicazioni istituzionali nel dettaglio come organizzarsi nel prossimo futuro. Io vi parlerò delle sanzioni, che sono importantissime in questa fase per evitare che i cittadini acquisiscano pessimi comportamenti in danno di tutti i residenti. I rifiuti per strada devono sparire e il decoro deve essere garantito, questo è l’obiettivo. Chiunque verrà sorpreso a non rispettare questa nuova organizzazione verrà sanzionato sia a livello amministrativo, sia a livello penale. Contesteremo a tutti il reato di inquinamento ambientale e imbrattamento e non sarà sufficiente pagare la multa. E’ impensabile che una città come Anzio, una delle più appetibili a livello turistico in Italia, debba essere trattata in questo modo. I cittadini devono sapere che i cumuli di immondizia creano un problema grave da un punto di vista di immagine turistica e ambientale, siamo usciti adesso dal covid, dobbiamo evitare a tutti i costi il rischio di altre emergenze, come la chikungunya, la leptospirosi e così via. Siamo in emergenza, stiamo affrontando la problematica nel miglior modo possibile, il Sindaco sta organizzando questo tipo di raccolta in emergenza, e pare che stia dando dei risultati abbastanza positivi. Si fa la differenziata ad Anzio e il futuro sarà questo, il futuro è differenziare, il futuro dipende dal buon trattamento dei rifiuti e dalla buona volontà dei cittadini. I rifiuti sono risorse, se noi facciamo una buona differenziata, abbiamo delle risorse a nostro favore, se non la facciamo abbiamo solo perdita di soldi, di igiene pubblica, di salute, e di tutto quello che viene di conseguenza con la cattiva raccolta. Mi raccomando a tutti i cittadini – ha concluso il Comandante Arancio – noi saremo presenti con telecamere mobili, con servizi aggiuntivi da parte delle associazioni di volontariato, vigili in borghese e macchine civetta. Un’attenzione capillare su questo tipo di organizzazione. Ringrazio fin da ora tutti coloro che, insieme alla Polizia locale, si impegneranno per garantire ad Anzio un decoro e una pulizia degne della sua bellezza e della sua storia”.