La nota della Cisl FP

Stato di agitazione per i dipendenti del Comune di Terracina: SOS al Prefetto

Mancato pagamento della performance dei dipendenti relativa all’anno 2020, mancata erogazione dell’indennità di responsabilità del 2020 in alcuni settori dell’amministrazione e mancato inizio della contrattazione per la ripartizione del salario accessorio 2021, nonché nessuna informazione pervenuta sulla costituzione del fondo del salario accessorio, già lo scorso anno la trattativa si era svolta e conclusa nel mese di dicembre impedendo alle rappresentanze sindacali di poter svolgere il loro ruolo di contrattazione in quanto si era risolta in una mera rendicontazione di ciò che era stato svolto nel corso dell’esercizio finanziario.

Queste sono le ragioni della proclamazione dello stato di agitazione di tutto il personale del Comune di Terracina e della richiesta dell’autorevole intervento del Prefetto di Latina per l’espletamento del tentativo di conciliazione. “Auspichiamo un’immediata convocazione da parte dell’amministrazione e l’autorevole intervento della Sindaca di Terracina al fine di scongiurare ulteriori iniziative sindacali che comprometterebbero, nostro malgrado, l’erogazione dei servizi ai cittadini”, spiega la Cisl in una nota.






Miliardi per le piccole-medie attività
foto anteprima I fondi pubblici ci sono, le richieste no!