Grazie al contributo del Governo

Agevolazioni Tari, tutti gli sconti in bolletta per cittadini e negozianti

La lunga pandemia da Covid19 ha messo in ginocchio famiglie e imprese locali. Tasse e imposte pesano sul bilancio familiare e d’impresa in questo anno e mezzo di pandemia, soprattutto per quelle categorie commerciali che hanno dovuto chiudere per diversi mesi, a causa dell’entrata in vigore di decreti legge contenenti misure restrittive introdotte per fronteggiare l’espandersi dei contagi. Per questo i Comuni dei Castelli Romani, da Grottaferrata a Lariano, hanno deciso di venire incontro alle esigenze non solo dei cittadini, ma anche di commercianti e negozianti applicando significativi sconti alle tasse comunali. Vediamo di preciso le decisioni e i tagli alle imposte decisi da ogni Comune.

GROTTAFERRATA

Agevolazioni tari, tagli fino al 50%

A Grottaferrata prevista riduzione automatica del 50% della parte variabile alle utenze non domestiche per le attività che risultino immediatamente riconducibili alle categorie di cui sia stata disposta la sospensione, e la successiva riapertura, con provvedimenti statali; riduzione del 20% della parte variabile alle utenze domestiche composte da quattro o più occupanti residenti a Grottaferrata e con ISEE del nucleo familiare pari o inferiore a € 18.000, a seguito di dichiarazione che i contribuenti interessati potranno presentare entro il 30 settembre all’ufficio protocollo mediante l’utilizzo di apposita modulistica predisposta dall’ufficio Tari, reperibile sul sito web comunale. L’Amministrazione comunale ha dato mandato all’ufficio Tari di rimodulare le agevolazioni tariffarie della Tari vigenti: l’ufficio Tari ha così stimato che il costo per le riduzioni riconosciute alle utenze non domestiche, come sopra definite, è di € 298.16, mentre per le utenze domestiche è di € 94.279 circa con validità e efficacia per il solo anno 2021.

MARINO

Tari e affitti, sconti sulle bollette per negozi e cittadini

Misure straordinarie anche a Marino per rispondere alle richieste di supporto da parte delle imprese e delle famiglie in difficoltà. Per le imprese, colpite dal lockdown, è in arrivo l’esenzione del 50% della TARI dovuta per il 2021, un’operazione senza precedenti da oltre 700.000 € finanziata con il Piano Economico Tari 2020 e con il Fondo Covid. Per le famiglie un intervento da oltre 500.000 € da dedicare agli affitti per l’anno 2021, i conduttori – con ISEE inferiore ad 19.000 € – potranno accedere a questo contributo utile per coprire gli affitti scaduti o a scadere per il 2021. “Siamo orgogliosi di questa manovra da 1.200.000 € che conclude il nostro impegno iniziato con i buoni spesa erogati a più riprese ed i 3 F.E.C. dedicati alle imprese commerciali il tutto per ulteriori 1.300.000 €” commenta il sindaco Carlo Colizza. “La solidarietà va professata con le azioni nel rispetto del quadro normativo, continueremo ad operare per proseguire nella costruzione di strumenti di supporto per il futuro nella speranza che la crisi generata dal Covid diventi quanto prima un brutto ricordo”.

CIAMPINO

Riviste le tariffe tari anche a Ciampino

I nuovi coefficienti decretati da ARERA (Autorità di regolazione per energia reti e ambiente), l’autorità nazionale che uniforma i criteri di determinazione delle tariffe sui rifiuti, hanno obbligato anche il Comune di Ciampino a rivedere le tariffe TARI, sebbene in forma minima. L’Amministrazione Ballico ha messo in campo tutti gli sforzi necessari a garantire un impatto minimo dei cambiamenti determinati dalle scelte di ARERA, secondo cui la richiesta di pagamento di arretrati dal 2011 al 2019 per lo sversamento in discarica rientra nel nuovo Metodo Tariffario Rifiuti (MTR). Per non danneggiare le attività produttive che hanno subìto chiusure totali per il 2021 sono state applicate riduzioni delle tariffe del 100% della quota variabile. Nel rispetto del criterio di proporzionalità l'Amministrazione ha applicato per il 2021 anche una riduzione del 20% della quota variabile, per altre attività che pur non avendo subìto la chiusura totale degli esercizi, hanno comunque riscontrato riflessi negativi nella produzione. Le riduzioni sono state possibili sia per i ristori ministeriali a lungo invocati anche dall'Anci, ma anche grazie all'accantonamento operato dal Comune per il c.d. “Fondone” da dedicare a tale scopo e da altri accantonamenti di fondi propri comunali, per una cifra di oltre € 700.000 €. L’ obiettivo è quello di incentivare la differenziazione dei rifiuti, facendo pagare meno chi produce meno rifiuti indifferenziati.

CASTEL GANDOLFO

Tasse, si paga il 30 luglio

Il Comune di Castel Gandolfo fa sapere che, per il 2021 le aliquote sono state cambiate, ma in media l’Ente comunale ha cercato di mantenere le stesse tariffe poiché i costi sono stati confermati rispetto allo scorso anno. È stata anche prevista una riduzione che è stata concessa dallo Stato, sia sulle utenze non domestiche e sia su quelle domestiche. Anche a Castel Gandolfo perciò è previsto un ristoro per fronteggiare le difficoltà causate dalla pandemia. Inoltre la Giunta ha anche deliberato lo spostamento del pagamento al 30 luglio.

ROCCA DI PAPA

Aggiornato regolamento e tariffe Tari

Il 25 giugno il Consiglio Comunale di Rocca di Papa ha approvato il nuovo regolamento per la disciplina della TARI, assieme al contestuale aggiornamento delle relative tariffe. È stato stabilito che le rate della TARI passano da 3 a 5, con le seguenti scadenze: 30 luglio, 30 settembre, 30 ottobre, 30 novembre, 30 dicembre. Rimane la possibilità di saldare tutto l’importo in un’unica soluzione, con scadenza entro il 30 settembre. Sono state previste per l’anno 2021 le agevolazioni Covid per le utenze non domestiche come di seguito: utenze non domestiche interessate dalle chiusure obbligatorie o dalle restrizioni nell'esercizio delle rispettive attività: riduzioni del 50% a campeggi, impianti sportivi e distributori, agenzie di scommesse, uffici; riduzione del 40% per musei, biblioteche, scuole, associazioni, luoghi di culto, alberghi, parrucchiere, barbiere, estetista, falegname, idraulico, fabbro, elettricista, ristoranti, trattorie, osterie, pizzerie, pub, mense, birrerie, bar, caffè, pasticcerie. Questa riduzione deve essere richiesta dall’attività interessata con apposita istanza corredata da dichiarazione e documentazione giustificativa: “riduzione del 40%”. Previste anche esenzioni: l’esenzione nel caso di nucleo familiare composto da unico componente over 65 con reddito non superiore ad € 8.500 e superficie tassabile non superiore a mq 70; riduzione del 50% dell’importo dovuto nel caso di nucleo familiare di 2 componenti over 65 con reddito complessivo non superiore ad € 17.000 e superficie tassabile non superiore a mq 80. “Per quanto riguarda le oltre 10.000 utenze domestiche, dalle simulazioni effettuate dagli uffici comunali risulta che il carico tributario complessivo non subirà alcun aumento” assicura il Sindaco Veronica Cimino.

ARICCIA

Il vicesindaco Leopardi annuncia le riduzioni sulla tassa dei rifiuti

Il Comune di Ariccia anche per quest’anno ha assicurato una riduzione di tutte le tariffe riguardanti il servizio di igiene urbana – TARIP. In particolare per le utenze domestiche si è riusciti a garantire una riduzione media pari al 5,30% sulla componente fissa della tariffa, rispetto al precedente anno. Si evidenzia che la componente fissa della tariffa è quella che ha una maggiore incidenza nella determinazione del costo del servizio. La componente variabile è invece calcolata in funzione degli effettivi conferimenti di frazioni indifferenziata, privilegiando quindi chi fa una differenziazione virtuosa a scapito di chi invece non differenzia oppure differenzia il rifiuto prodotto in modo non accurato. Per le utenze non domestiche è stata invece garantita una riduzione media dell’1,88% sempre sulla componente fissa della tariffa, rispetto all’anno 2020. A tale riduzione devono essere aggiunte tutte le ulteriori riduzioni applicate a favore delle attività che sono state maggiormente colpite dai provvedimenti di chiusura o di limitazione dell’attività adottati dal Governo. Tali riduzioni variano tra il 25% ed il 16,66%, proprio in funzione dei periodi di inattività registrati.

ALBANO

Abbassata la Tari per i negozi rimasti chiusi

A fine giugno il Consiglio comunale di Albano ha ripartito il contributo TARI del decreto legge Sostegni bis, a favore delle utenze non domestiche, di competenza del comune. La scelta dell'amministrazione è stata quella di ridurre la tariffa variabile a quelle attività che sono rimaste chiuse o parzialmente chiuse causa Covid19. A titolo esemplificativo: alberghi, ristoranti, agenzie di viaggi, bar, parrucchieri, osterie, pizzerie, carrozzerie, pub, birrerie, pasticcerie, discoteche, teatri, botteghe artigianali. Per queste attività riduzioni medie previste tra il 20% ed il 30%.

GENZANO

Occupazione del suolo pubblico: esenzione

L’Amministrazione Comunale di Genzano di Roma fa sapere che vengono prorogate al 31 dicembre le esenzioni previste dal Decreto Legge n. 34/2020 per i pubblici esercizi come bar e ristoranti, e per le attività artigianali abilitate alla somministrazione non assistita (pasticcerie, gelaterie, gastronomie e simili), ai fini dell’Occupazione del suolo pubblico. L’esenzione consiste nella dispensa dal pagamento dei tributi di occupazione di suolo pubblico. La domanda per la richiesta dell’occupazione potrà essere inoltrata in via telematica, utilizzando esclusivamente il modello disponibile sul sito istituzionale del Comune: invio tramite mail al seguente indirizzo: [email protected]; invio a mezzo PEC a [email protected]; info 0693711378.

NEMI

Tassa sui rifiuti: a Nemi riduzioni in arrivo per cittadini e commercianti

Un grande risultato per le famiglie e le imprese ricadenti nel Comune di Nemi che per l'anno 2021 che vedranno ridotta la tassa sui rifiuti. Alla percentuale di abbattimento possibile grazie agli ottimi risultati della raccolta differenziata, si aggiunge il contributo dello Stato riservato alle attività commerciali rimaste chiuse nel lockdown. Nello specifico per le utenze domestiche la diminuzione sarà tra il 6% e il 9% mentre per le utenze commerciali la diminuzione sarà tra il 25% e il 35%. Questo è certamente un abbassamento della tariffa molto importante in un periodo di sofferenze dell'attività commerciali e delle imprese. Il nuovo PEF prevede il potenziamento del servizio di raccolta differenziata attraverso il recupero di altre frazioni di materiali provenienti dall'attività domestica come la raccolta delle pile esauste, dei medicinali scaduti e soprattutto la raccolta dell'olio esausto domestico. "Sono estremamente soddisfatto - dichiara il Sindaco di Nemi Alberto Bertucci - di aver centrato due obiettivi strategici per la nostra comunità: l'avvio della raccolta porta a porta e l'abbassamento della tassa sui rifiuti per le famiglie e le attività commerciali".

LANUVIO

Ridotta la TARIP per famiglie e imprese colpite dall'emergenza Covid

Il Consiglio Comunale di Lanuvio ha dato il via libera a una serie di agevolazioni sulla TARIP (Tassa Rifiuti Puntuale) per il 2021. Le riduzioni potranno arrivare fino all'80% per le utenze non domestiche gravemente danneggiate dal lockdown e fino al 100% della tassa dovuta per le utenze domestiche. L'ufficio tributi applicherà le riduzioni direttamente in bolletta per le utenze non domestiche, mentre le utenze domestiche dovranno farne richiesta entro il 30 settembre 2021. Info sul sito web istituzionale del Comune di Lanuvio. "Il provvedimento - spiegano il Sindaco Luigi Galieti e l'Assessore all'Ambiente Mario Di Pietro - sostenuto attraverso risorse provenienti dal Ministero dell'Interno, nasce per sostenere le famiglie e le imprese del territorio duramente colpite dall'emergenza epidemiologica Covid-19".

LARIANO

Lariano: tassa sui rifiuti scontata per le attività chiuse nel lockdown, riduzioni fino all’85%

Un taglio dell’85% della parte variabile della tassa sui rifiuti (Tari) per quelle attività maggiormente colpite dalla pandemia. Lo ha deciso il Comune di Lariano per aiutare le attività locali. La cosa certa, a parte la quota della decurtazione del tributo, è anche a chi spetterà questo bonus. Lo sconto dell’85% è previsto per musei, biblioteche, associazioni, scuole, benzinai, impianti sportivi, ristoranti e alberghi, negozi di abbigliamento, calzature, cartolerie, ferramenta, negozi di tessuti, antiquariato, estetiste, barbieri, parrucchieri, trattorie, osterie, pizzerie, pub, bar, mense, pasticcerie, discoteche; uno sconto del 60% va invece a botteghe artigiane di idraulico, fabbro, elettricista, autofficine, carrozzerie, fruttivendoli, fiorai, pizzerie al taglio; infine il 50% per le case di cura e di riposo. “Si tratta di un aiuto concreto per le attività che hanno avuto maggiori difficoltà in questo periodo a causa delle restrizioni per arginare la diffusione del Covid-19“, ha spiegato il Sindaco Maurizio Caliciotti.

VELLETRI

Velletri sconti dal 25 al 70%

Il Comune di Velletri conferma che, rispetto al 2020, anche per quest’anno non sono previsti né aumenti o variazioni alle tariffe Tari per le utenze domestiche cittadine. Per quanto riguarda invece le utenze non domestiche, sono previste agevolazioni Covid per il 2021 dal 25 al 70%. Nello specifico 70% per musei, associazioni, cinema, teatri, campeggi, benzinai, impianti sportivi, agenzie viaggi, agenzie scommesse, discoteche; sconti del 50% per alberghi, ristoranti, pizzerie, mense, birrerie, bar, pasticcerie, osterie, pub, ortofrutta, pescherie, fiorai, pizzerie al taglio; 25% per scuole private, autosaloni, uffici privati, agenzie immobiliari, agenzia stampa, parrucchieri, faleghami, idraulici, fabbri, elettrauto, barbieri, negozi di antiquariato, calzature, abbigliamento, cartoleria, librerie.

A cura di Laura Alteri 






Miliardi per le piccole-medie attività
foto anteprima I fondi pubblici ci sono, le richieste no!