Arrestato dopo la latitanza

Rapinava le ville ai Castelli romani: si nascondeva ad Aprilia. Ora è in carcere

La Polizia di Stato – Questura di Latina ad Aprilia ha catturato un cittadino albanese, S.E. di 54 anni, gravato da un provvedimento di carcerazione per scontare una pena di 4 anni e 10 mesi di reclusione.

L’uomo, con la complicità di alcuni suoi connazionali, si era specializzato in reati contro il patrimonio quali ricettazione, furto e non disdegnava le rapine in ville dei Castelli Romani.

Nel gennaio 2008, mentre stava consumando l’ennesima rapina in villa a Velletri, lo straniero venne colpito alla spalla e alla gamba da due colpi di pistola esplosi dal proprietario dell’immobile dove la banda aveva fatto irruzione in piena notte.

Sebbene a seguito di tale infortunio fosse rimasto zoppicante, il rapinatore non aveva comunque rinunciato alla carriera criminale, fornendo il proprio contributo alla banda come autista o come palo.

I poliziotti del Commissariato di Cisterna hanno quindi intrapreso articolate e meticolose indagini finalizzate a individuare l’uomo; è stato quindi scoperto un appartamento ad Aprilia utilizzato da alcuni suoi congiunti e negli scorsi giorni gli sforzi sono stati premiati. Dopo ripetuti servizi di appostamento e pedinamento, convinti della sua identità – testimoniata anche dalla sua camminata claudicante – i poliziotti si sono decisi a bloccarlo e condurlo presso il Commissariato. L’uomo è ora nel carcere di Vasto, in Abruzzo, dove sconterà la pena.