Latina, arrestati due fratelli

Evadono dai domiciliari per creare scompiglio nei negozi, finiscono in carcere

La Polizia di Stato di Latina ha tratto in arresto due fratelli, entrambi tossicodipendenti e pluripregiudicati, per reati in materia di stupefacenti, contro la persona ed il patrimonio.

Gli agenti hanno accertato la continua violazione degli arresti domiciliari dei due fratelli, arrestati dai poliziotti della Squadra Mobile per rapina lo scorso 4 giugno. Secondo gli agenti, i due nel corso delle loro evasioni mettevano in atto delle vere e proprie scorribande nei negozi, garage ed appartamenti del capoluogo. 

In alcune particolari circostanze i due, scoperti da personale di sicurezza di un esercizio commerciale, commettevano atti di autolesionismo e si tagliavano con vetri o lamette. Il materiale investigativo raccolto a carico dei due fratelli dagli agenti della Squadra Volante ha aggravato la posizione dei domiciliari riaprendo così per loro le porte del carcere. I due sono stati tradotti ed associati presso la Casa Circondariale di Pescara, a disposizione dell’A.G.

 






Miliardi per le piccole-medie attività
foto anteprima I fondi pubblici ci sono, le richieste no!