Incidente in via delle Selve

Corsa spericolata a Marino: 2 auto finiscono una sopra l'altra in una cunetta FOTO

Un particolare incidente stradale si è verificato poco dopo le 2 di questa notte su via delle Selve incrocio con via Castel de Paolis a Marino, al confine con la campagna di Grottaferrata. Una strada ampia e spaziosa a doppio senso di di marcia. I due ragazzi, entrambi di zona,  sono rimasti feriti e trasportati in ospedale dal 118. La terribile sbandata e l'urto dopo che la prima macchina, una Renault Twingo è finita fuori strada dentro ad una cunetta che costeggia la ferrovia Marino Roma. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Marino per mettere in sicurezza le auto mentre alcune ambulanze del 118 si preoccupavano di prendere in cura i due ragazzi a bordo delle due auto entrambi feriti con vari traumi ma non sembrerebbero in pericolo di vita. I Carabinieri della compagnia di Castel Gandolfo con la pattuglia radiomobile hanno svolto i rilievi stradali sul posto. Il sospetto è che stessero correndo l'uno a fianco all'altro, visto la dinamica del sinistro, forse una sorta di "gareggiamento" ad alta velocità tra i due conducenti, conclusosi nei pressi della rotatoria, quando una delle due macchine, quella più avanti, è finita nella cunetta, dopo aver stretto l'altra, una Fiat 500 che venendo in contatto con la Renault, essendogli accostata, gli è finita sotto e dentro alla cunetta. I primi soccorritori non credevano ai loro occhi vedendo le due auto una sopra l'altra  nella cunetta del costone in mezzo alla folta vegetazione. Vicino ai binari della ferrovia Roma Marino, da dove sono stati poi estratti i due giovani, dai Carabinieri, dai sanitari del 118 e dai Vigili del Fuoco di Marino. I pompieri della 15A si sono anche accertati che le macchine non prendessero fuoco, staccando le batterie del motore. Danni ingenti al guardrail della strada che si interseca tra due comuni, Marino e Grottaferrata, non lontano dalla via dei Laghi.






Miliardi per le piccole-medie attività
foto anteprima I fondi pubblici ci sono, le richieste no!