Sul podio Francesca e Mattia

Da Sermoneta alla finale nazionale del campionato italiano giovani macellai

Riparte da Latina il Campionato Italiano Giovani Macellai e sul podio ci sono due cittadini di Sermoneta, Francesca Di Mario e Mattia Pacilli.
La sesta di sette tappe itineranti è stata ospitata presso il Campus dei Mestieri di Latina Formazione e Lavoro: a partecipare, tredici giovani macellai provenienti dalla provincia di Latina ma anche da altre province del Lazio, giudicati da una giuria di esperti. A organizzare l’appuntamento, con il coordinamento della Federazione Nazionale Macellai, è la sezione locale di Federcarni Confcommercio Lazio Sud, capitanata dalla Presidente Mara Labella, affiancata dai macellai dell’associazione, da Bruno Bulgarelli e Augusto Muraro – Direttivo Federcarni, Ambasciatore Federcarni per il Centro-Sud – , nonché dallo staff di Latina Formazione e Lavoro.
I ragazzi si sono destreggiati in diverse prove di abilità nella lavorazione di tre diversi tipi di carne (manzo, arista con l’osso e pollo) da completare in due ore e mezza per i “pronti a cuocere”. Ad aggiudicarsi il “coltello d’oro” è stata Francesca Di Mario, mentre il “coltello d’argento” è andato a Mattia Pacilli: entrambi si sono classificati per la finale in programma a Modena il 12 settembre. Francesca ha vinto anche il premio Cuomo Method “L’Innovazione in Macelleria”.
Presenti alla tappa anche il presidente nazionale della Federazione Macellai Maurizio Arosio, Davide Cecconi di Federcarni Frosinone, il vice presidente di Confcommercio Lazio Sud Fabio Loreto e Francesco D’Agostino responsabile marketing di Federcarni nazionale.
«Sono felicissima del risultato della tappa di Latina del campionato -spiega Mara Labella di Federcarni Lazio Sud – il livello dei partecipanti era altissimo e devo dire che tutti hanno dimostrato grande preparazione. D’altronde si tratta di una disciplina sportiva a tutti gli effetti, perché viene richiesta preparazione fisica, allenamento, tecnica e abilità. Questo campionato dimostra che ci sono tanti giovani che rappresentano il futuro della macelleria in Italia, un futuro fatto di esperienza ma anche di innovazione».
A Francesca e Mattia sono giunte anche le congratulazioni dell’amministrazione comunale di Sermoneta.