A breve un incontro con la cittadinanza

Albano, il nuovo vescovo incontra il clero della diocesi in cattedrale FOTO

Incontro questa mattina alle 11 tra il nuovo vescovo della diocesi di Albano, Monsignor Vincenzo Viva, in Cattedrale con il clero della diocesi (158 sacerdoti) in un territorio di 13 comuni tra Castelli Romani, Litorale e Aprilia dove ci sono 78 parrocchie. Accompagnato dal cardinale Marcello Semeraro, il nuovo pastore della diocesi di Albano, che ha giurisdizione anche su Castel Gandolfo, altra sede Papale, ha incontrato per il saluto di benvenuto tutti i parroci e i sacerdoti del territorio per predisporre il lavoro pastorale dei prossimi mesi insieme. Ha anche salutato il comandante della stazione carabinieri di Albano Luogotenente Salvatore Giordano e il maresciallo Simona Sciammarella, che erano di pattuglia nel centro storico. A breve come dicono dalla Curia ci sarà anche un incontro pubblico con la cittadinanza appena possibile. Il nuovo vescovo viene dalla Puglia come il cardinale Semeraro suo predecessore che si trasferirà a Roma in Vaticano per l'importante incarico di prefetto per la causa dei Santi, al fianco di Papa Francesco. 

«Questo passaggio – ha sottolineato il cardinale Marcello Semeraro – è un avvenimento importante nella vita della diocesi, una vita che, come quella di una spiga, viene seminata, cresce, matura, e dona il chicco, in attesa del mietitore, che è Dio, che raccoglierà questi chicchi. Con questa speranza ho chiesto a monsignor Vincenzo Viva di essere qui con noi quest’oggi insieme ai nostri parroci e sacerdoti nella nostra cattedrale di Albano». Il nuovo pastore della diocesi di Albano ha detto :  «Ringrazio il cardinale Semeraro per l’invito a questo nostro primo incontro e per la simpatia e l’affetto paterno che mi ha dimostrato in questi ultimi giorni: giorni in cui ho sentito forte le preghiere di tante persone e in cui sono ancora un po' confuso, ma sempre fiducioso nella grazia del Signore. Questo primo incontro serve per iniziare a incrociare i nostri sguardi, in attesa di imparare i nomi di tutti.  I sacerdoti sono i primi collaboratori di un vescovo nel suo ministero: qui ad Albano c’è un presbiterio ricco, con una forte e bella pluralità, che negli ultimi anni ha dedicato molte energie alla formazione. Mi auguro che insieme potremo raccogliere i frutti di questa unità e collaborazione, intanto vi chiedo di pregare per me e sarebbe bello, per me, essere così generato da voi nel mio ministero episcopale». Poco prima dell’incontro informale in Cattedrale con i sacerdoti, il vescovo eletto Vincenzo Viva era stato accolto dal cardinale Marcello Semeraro all’interno della curia diocesana per un incontro con i
direttori, i collaboratori e i dipendenti degli uffici e in biblioteca diocesano, per un primo momento di conoscenza, familiarità e cordialità.