Al momento 100 gli iscritti per la CNGEI

Albano, la sezione degli scout laici di Pavona festeggia i suoi 10 primi anni FOTO

La sezione degli scout laici di Pavona, frazione di Albano Laziale, festeggia i suoi primi 10 anni di vita. Lo comunicano i diretti interessati in un comunicato stampa.

"Quelli che scrivono bene - scrive la sezione degli scout CNGEI di Pavona di Albano in una nota stampa - inizierebbero l’articolo “nella splendida cornice di Colle dell’Acero...” ma per noi Colle dell’Acero non è solo uno splendido posto. E’ quasi casa, De Gregori direbbe è quasi amore.  E’ a Colle dell’Acero che la Sezione dei Colli Albani del CNGEI, una delle espressioni delllo scoutismo laico dei Castelli Romani, ha celebrato Domenica 6 Giugno, il suo decimo compleanno. Una sezione che oggi consta di circa 100 iscritti, tra giovani e volontari adulti. Una fitta rete di relazioni sociali, di scelte di servizio e di presenza sul territorio, che ne determinano la caratura e l’impegno. Nati come Gruppo della Sezione di Roma, poi Ariccia, infine Colli Albani. Dieci anni intensi, a volte faticosi, ma sempre col sorriso. 
Dieci anni di uniformi, di foulard blu bianchi e bordeaux, di distintivi e omerali che cambiano. Di uscite e di campi, di servizio, di spesa solidale, di amici che vanno e che vengono. Di valori, quelli universali dello scoutismo, quelli specifici del CNGEI, associazone di Scout laici che opera cone agenzia di educazione non formale con l’alto patrocinio della Presidenza della Repubblica. Pierpaolo Giordano, Presidente della Sezione, ha dichiarato a proposito del decennale della Sezione: “Presto servizio in questa sezione da qualche anno,  e mi è stato subito chiarissimo l’alto potenziale che risiede nei giovani soci e nei capi unità che con incredibile passione e parecchi sacrifici fanno sì che questa esperienza prosegua nel tempo, elevando il termine volontariato alla più alta delle definizioni possibili, avendo in cambio solo la soddisfazione, che è tanta roba, di vedere i giovani percorrere un sentiero di crescita graduale e costante”. Danile Caldarelli, Responsabile Educativo della Sezione, tra i soci fondatori della medesima dieci anni fa, ci dice, a proposito dei ragazzi che terminano a diciotto anni il proprio percorso giovanile  “Il nostro cammino è proseguito anche in questo difficile anno... eppure ci siamo riusciti, ci siamo visti in video e ci siamo visti dal vivo all’aperto. Ora per alcuni di loro la strada percorsa insieme finisce e continua su altri sentieri. Saranno le loro gambe e la loro testa a guidarli, noi speriamo di essere presenti nei loro passi, nelle loro pause di riflessione,  nel loro dissetarsi, oltre che nei loro valori. Il nostro compito è stato accompagnarli all’età adulta aiutandoli a compiere scelte autonome e consapevoli. Ogni qual volta vediamo uno dei nostri ragazzi diventati uomini ci rendiamo conto dell’eccezionale importanza dello scoutismo” La sezione dei Colli Albani rilancia la propria missione educativa nel territorio di Albano, raccogliendo iscirtti da tutte le zone limitrofe. Prossimamente sono previste aperture di altre sedi, vistal’enorme richiesta di una socialità mautura e consapevole per i giovani".