Tir fermato al casello di Venezia

23 tonnellate di lubrificante di contrabbando dalla Slovenia ad Aprilia FOTO

La Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Treviso ha concluso un’operazione, denominata “Olio Extra”, che ha consentito di portare alla luce il contrabbando, dall’Est Europa all’Italia, di 240 tonnellate di olio motore per autoveicoli, denunciando tre persone, amministratori di società attive nel commercio di accessori e ricambi per auto, con sedi tra le province di Roma e Latina.

Le indagini hanno avuto inizio a seguito del fermo, da parte dei finanzieri della Compagnia di Treviso, durante un posto di controllo presso il casello autostradale di “Venezia Est”, di un autoarticolato proveniente dalla Slovenia, con a bordo oltre 23 tonnellate di olio motore, confezionato nelle classiche lattine da 1, 2 e 5 kg., dirette in un deposito fiscale di Aprilia.

Nella circostanza, è emerso che il deposito non era autorizzato allo stoccaggio di oli lubrificanti di provenienza comunitaria e che l’impresa acquirente era priva della licenza fiscale per commercializzare prodotti sottoposti a imposta di consumo, come l’olio motore per autoveicoli.

L’autoarticolato e il carico di olio motore, pertanto, sono stati sequestrati.






Miliardi per le piccole-medie attività
foto anteprima I fondi pubblici ci sono, le richieste no!