Salvato dalla polizia di stato

Cisterna, adolescente si sente male alla stazione e perde sangue dalla bocca

Un ragazzo di 14 anni, colto improvvisamente da un malore sul piazzale della stazione di Cisterna, è stato salvato dall'intervento provvidenziale di un equipaggio del commissariato locale di polizia di Stato. 

Due giorni fa gli agenti, di pattuglia nella zona della stazione di Cisterna, hanno visto il giovane che era insieme alla mamma e a un fratellino neonato accasciarsi a terra e perdere sangue dalla bocca. Sono intervenuti immediatamente per evitare che il ragazzo ingerisse il sangue e si soffocasse, per poi chiamare il 118 e segnalare l'assoluta gravità della situazione.

Una volta arrivato il personale sanitario, i poliziotti hanno tranquillizzato la madre e contenuto la folla di curiosi, agevolando le attività di soccorso in atto. Si è poi appreso che il ragazzo, affetto da gravi patologie sanitarie, deve probabilmente al celere e risolutivo intervento degli agenti la propria salvezza. Attualmente ricoverato in un ospedale di Roma, il giovane è tutt’ora in condizioni serie ma in lieve miglioramento.















«Inversione di rotta rispetto a impegni»
Corden Pharma annuncia il licenziamento di 120 dipendenti