Era già stato arrestato

Cisterna, segrega in casa la compagna: il giudice gli vieta di avvicinarsi a lei

Era già stato arrestato il 31 maggio scorso per violenza, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale, dopo che i carabinieri erano intervenuti in soccorso della sua convivente, segregata in casa, maltrattata, minacciata e insultata. Il 45enne di Cisterna, pluripregiudicato, visti i poliziotti ha prima cercato di minimizzare l'accaduto e poi si è scagliato sia contro la donna che contro gli agenti, ferendone uno.

La giovane, da tempo segregata, maltrattata e umiliata, aveva approfittato di un momento di assenza del compagno, che era andato al bar, per chiamare la polizia chiedendo aiuto. Ora l'uomo, già sottoposto all'obbligo di firma dopo le violenze del 31 maggio, ad esito delle indagini per i reati da "codice rosso" è stato anche destinatario del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla vittima e di mettersi in contatto con lei.






Miliardi per le piccole-medie attività
foto anteprima I fondi pubblici ci sono, le richieste no!