La posizione dei Democratici per Aprilia

«Politica e associazioni facciano squadra contro la discarica»

Riceviamo e pubblichiamo la nota dei Democratici di Aprilia.

Si è tenuto il 10 maggio presso l’aula consiliare di Aprilia, una assembleare tra le Istituzioni locali, alla presenza di associazioni e cittadini, al fine di pianificare un percorso condiviso atto ad impedire la realizzazione di una discarica (un’ulteriore discarica) sul nostro territorio. Un’iniziativa, quella dell’amministrazione comunale finalizzata riscontrare un coinvolgimento sinergico delle parti, sicuramente opportuna (forse un po’ tardiva) e degna di apprezzamento.

La riunione ha palesato, da parte delle diverse figure istituzionali intervenute, una costante comune ognuna di esse ha cercato di sminuire le proprie responsabilità sull’eventuale indicazione del sito di via Savuto. Alcune delle associazioni intervenute hanno, altresì, puntato il dito sulle responsabilità dell’Amministrazione comunale e sulla gestione interna della vicenda. L’impressione che ne abbiamo ricavato è che il comportamento delle prime è apparso poco rassicurante per quello che riguarda i timori dei cittadini apriliani; relativamente alle associazioni riteniamo superfluo ricordare loro che, in questo preciso momento, è necessario creare un fronte comune con la Giunta comunale, il Consiglio comunale (maggioranza ed opposizione), le associazioni, i comitati ed i singoli cittadini per dire no a questo progetto. Un fronte che sia il più possibile compatto per evitare un ulteriore schiaffo ecologico alla nostra Città. Ci sarà sicuramente il tempo per i chiarimenti e le individuazioni delle singole responsabilità ma, a parer nostro, non è questo il momento di creare contrasti che possano, in qualsiasi modo, andare a favorire chi vuole sfruttare il territorio.

Riteniamo, inoltre, che un messaggio, altrettanto chiaro, debba essere inviato anche alle diverse istituzioni territoriali (Provincia e Regione in primis), o meglio, alle loro componenti politiche. Un messaggio che deve arrivare dal basso, dai cittadini di Aprilia; a loro ci permettiamo di rivolgere un invito particolare. Smettiamola di regalare i nostri voti a chi ha da sempre dimostrato, senza distinzione di colore, di utilizzare l’elettorato apriliano come una fontana da cui attingere acqua per poi coltivare altri campi. Un messaggio che rivolgiamo, contestualmente, anche alle forze politiche locali (centrodestra, centrosinistra e movimenti civici) individuiamo, ognuno nel proprio ambito, una persona competente che possa fare, una volta per tutte, gli interessi anche di Aprilia e diamo indicazioni per votarli compattamente. Aprilia ha le potenzialità per eleggere due o forse tre rappresentanti locali; cerchiamo di far valere i nostri interessi.

Una Città che viaggia verso i centomila abitanti, con tutte le carenze organizzative, di servizi e strutturali non può essere priva di propri rappresentanti. Quello che oggi stiamo vivendo, con la vicenda”Paguro” è figlio anche di questa situazione. Su quest’ultimo punto vogliamo sperare di poter aprire un serio confronto con tutte le parti interessate, nell’interesse di Aprilia e degli apriliani.






Una fantastica novità per ripartire
foto anteprima Fai pubblicità e paghi con ciò che vendi