Grazie a una stilista brasiliana

Ariccia, i "gioielli vegetali" del Brasile arrivano al Parco Romano FOTO

Arrivano anche ai Castelli Romani i "gioielli vegetali" realizzati con il Capim Dourato, la pianta brasiliana portata e fatta conoscere in Italia dalla stilista artigiana Miria, nata e cresciuta in Brasile e dal compagno di Ariccia Marco. Queste creazioni simili del tutto all'oro vero sono realizzate con le spighe del così detto oro vegetale brasiliano. Così grazie a queste spighe vengono create delle vere e proprie opere d'arte. Riproduzioni di gioielli, borse, bigiotteria, materiali di arredo, vasi, anelli, orecchini, collane, bracciali, cerchietti e mille altre piccole realizzazioni che si possono trovare al Mercato Contadino di Ariccia nel week end al parco romano del biodistretto. Così l'arte della comunità Mumbuca che viene dal centro Brasile, dalla zona di Jalapau, tra la foresta amazzonica e il mare brasiliano, in una zona sabbiosa ma molto verde, simile al deserto della Savana è arrivata anche ai Castelli Romani. In questa zona del Brasile, la pianta del Capim Dourato (oro vegetale) viene coltivata e lavorata in grande quantità per poi diventare qualcosa di prezioso e affascinante grazie alle sapienti e professionali mani di Miria e Marco.