Ardea, l'occupazione sarebbe abusiva

Camper di nomadi alle Salzare su terreni comunali: vigili pronti a intervenire

Per l'ennesima volta su un terreno in località Salzare, formalmente di proprietà del Comune di Ardea, si sta formando un accampamento composto, in questo caso, da nove roulotte. I nomadi si sono fermati tra via Colli Marini e via Monti di Santa Lucia e non sono passati inosservati. Anche l'opposizione ha chiesto conto al sindaco Mario Savarese, di questa nuova occupazione - presumibilmente abusiva - su un terreno comunale e su cosa il Comune intenda fare per ripristinare la legalità.

SALZARE, CONTINUI ACCAMPAMENTI ABUSIVI SU TERRENI DEL COMUNE DI ARDEA

L'ultimo episodio risale all'estate scorsa, quando la polizia locale e i carabinieri hanno allontanato una famiglia giunta a bordo di due camper proprio in zona Salzare, con l'intento di stabilirvisi. In quell'occasione i nomadi hanno mostrato un documento che attestava una presunta vendita del terreno - impossibile, dato che si tratta di patrimonio del Comune di Ardea - da parte di una terza persona, italiana. Fatti su cui dovevano seguire accertamenti.

DIFFICILE MONITORARE I TERRENI DELLE SALZARE CONTRO LE OCCUPAZIONI

Secondo quanto si apprende, la polizia locale di Ardea sarebbe pronta a identificare le persone che in questi giorni si sono fermate alle Salzare; i nomadi saranno invitati a lasciare spontaneamente l'area. Per quanto riguarda la possibilità di impedire gli accampamenti abusivi in quella zona, il sindaco è più scettico: troppe le vie di accesso da monitorare giorno e notte. Le carovane, infatti, arrivano soprattutto nelle ore notturne.
















Tra le frazioni di Stragonello e Muti
Terremoto tra Lanuvio e Genzano alle 6,24 di stamattina