Finora rilasciati 667 certificati

Certificati dal tabaccaio, ad Ardea funziona: presto altri 20 saranno abilitati

Il rilascio dei certificati anagrafici in tabaccheria ad Ardea è stato un successo. Da quando l'iniziativa è partita, a metà marzo, ne sono stati rilasciati 667 con soli 9 tabaccai operativi. Ora il Comune di Ardea si avvia a lanciare la seconda fase con l'introduzione di altri 20 esercenti abilitati a consegnare certificati anagrafici al costo di 2 euro.

ARDEA: QUALI CERTIFICATI SI POSSONO RITIRARE DAL TABACCAIO

Il rilascio dei certificati anagrafici in tabaccheria è un'iniziativa Comune di Ardea - FIT (Federazione Italiana Tabaccai). Gli esercenti possono rilasciare i seguenti certificati:

  • Residenza (N.B. non lo storico)
  • Stato civile
  • Stato libero
  • Cittadinanza
  • Contestuale
  • Stato di famiglia 
  • Anagrafico di matrimonio
  • Anagrafico di unione civile
  • Esistenza in vita
  • Anagrafico di nascita
  • Anagrafico di morte
  • Convivenza di fatto
  • Famiglia/residenza per cittadini Aire

QUALI TABACCAI DI ARDEA ADERISCONO

Ecco quali sono gli indirizzi delle tabaccherie di Ardea che, ad oggi, sono abilitate alla consegna dei certificati anagrafici:

  • piazza del Popolo, 25
  • largo parco della Vittoria, 9
  • largo San Lorenzo, 1C
  • lungomare degli Ardeatini, 142
  • viale Nuova Florida, 9-11
  • lungomare di Tor San Lorenzo, 112-114
  • viale Nuova Florida, 66
  • viale Castore e Polluce, 2
  • viale San Lorenzo, snc (Santilli Claudia)

L'ASSESSORE: «ORA FIT CONTATTERÀ LE ALTRE TABACCHERIE»

«Alla luce di questi risultati, come vi avevo anticipato, nei prossimi giorni la FIT contatterà le altre tabaccherie distribuite nel territorio di Ardea per verificare il loro interesse ad aderire a questa "rete anagrafica"», spiega l'assessore Alessandro Possidoni, che ha seguito l'iniziativa ad Ardea.

«Sono davvero soddisfatto dell’impegno che le stesse tabaccherie hanno messo in questo progetto e della collaborazione tra il Comune e Fit-Novares per portare i servizi demografici più vicini al cittadino, aiutando i cittadini e alleggerendo il lavoro dell'ufficio anagrafico».