Appartamenti di proprietà di Roma

Blitz a Pomezia nelle case di via Fellini: 45 denunciati per occupazione abusiva

È di 45 denunce per occupazione abusiva l'esito del maxi blitz di ieri a Pomezia, compiuto ieri nelle case del Comune di Roma, in via Fellini, su delega della procura di Velletri. Gli agenti della polizia locale di Roma Capitale, supportati dalla polizia di Stato e dalla polizia locale di Pomezia, hanno citofonato casa per casa in 121 appartamenti "romani" al fine di verificare se ci fossero persone che vi abitano senza titolo. Ne hanno trovate, appunto, 45, che sono state denunciate.

POMEZIA, CASE VIA FELLINI: SEQUESTRATO UN GARAGE TRASFORMATO IN ABITAZIONE OCCUPATA

Oltre alle occupazioni abusive, nei palazzi poco fuori dal centro di Pomezia la polizia locale ha controllato anche quattro locali, classificati come commerciali, uno dei quali era stato trasformato in abitazione ed è stato per questo sequestrato. Nessun esito, invece, per i controlli antidroga che hanno visto l'intervento dei cani dell'unità cinofila specializzata della polizia di Stato circa un'ora dopo l'inizio del blitz. Ulteriori accertamenti sono in corso su eventuali manomissioni dei contatori e sugli allacci abusivi di luce e gas.

POMEZIA, IL SINDACO: «LO STATO C'È»

«Oggi possiamo dire che lo Stato c’è, e si è fatto sentire a gran voce – ha commentato il sindaco di Pomezia, Adriano Zuccalà, al termine del blitz in via Fellini – Una maxi operazione interforze che ha coinvolto complessivamente oltre 300 agenti e che dà una risposta concreta a tutti coloro che meritano di vivere decorosamente e nella piena legalità».