La smentita della Regione

Vaccino Astrazeneca sospeso nel Lazio? È una fake news

A minare la fiducia delle persone nella campagna vaccinale contro il Covid 19 ora ci si mettono anche le fake news. A essere oggetto di una “bufala”, questa volta, è il vaccino AstraZeneca (Vaxzevria) che, come da disposizioni nazionali, ad oggi viene somministrato preferibilmente dai 60 anni di età in su.

ASTRAZENECA SOSPESO NEL LAZIO: È UNA FAKE NEWS

La notizia – totalmente falsa – che circola in queste ore è che il Lazio avrebbe sospeso la somministrazione di AstraZeneca e che, quindi, le persone che l’hanno prenotato vedranno slittare l’appuntamento o dovranno riprenotarlo. A smentire categoricamente la fake news è direttamente l’Unità di Crisi Covid 19 della Regione Lazio.

CHI HA PRENOTATO CON ASTRAZENECA PUÒ ANDARE ALL’APPUNTAMENTO FISSATO

“Sta circolando una comunicazione circa la sospensione della somministrazione del vaccino Astrazeneca totalmente falsa”, si legge in una nota stampa diffusa poche ore fa. “La fake news non solo non è vera, ma la campagna vaccinale prosegue e gli utenti prenotati con il vaccino Astrazeneca possono recarsi regolarmente al centro vaccinale per il proprio appuntamento”.

COME PRENOTARE IL VACCINO NEL LAZIO

Chi deve ancora prenotare l’appuntamento per la somministrazione del vaccino, nel Lazio, può farlo attraverso il portale Prenota Vaccino scegliendo il centro vaccinale e la data disponibile. Ad oggi nel Lazio possono prenotare i nati fino al 1960-1961.