Esclusivo il Caffè

Valentina Corrado assessore con Zingaretti? "Nulla di concreto" palla a Rousseau

Valentina Corrado entrerà come assessore nella giunta di Nicola Zingaretti? L’indiscrezione che vorrebbe l’ingresso in giunta di due consigliere regionali del M5S Lazio (le più accreditate sarebbero, appunto, Valentina Corrado e Roberta Lombardi) sancirebbe la nascita ufficiale dell’asse Pd-M5S in Regione, con evidenti ripercussioni a livello locale. La notizia, pur non stupendo i ben informati, ha sicuramente dato uno scossone al dibattito politico nel Lazio.

VALENTINA CORRADO: IL SUO RUOLO IN REGIONE LAZIO

Tra le due, il nome che ha destato più sorpresa è quello di Valentina Corrado: tra i consiglieri regionali più attivi e granitici all’opposizione del governatore Zingaretti. Nel 2018 Corrado è stata eletta per la seconda volta in Consiglio regionale nelle file del Movimento 5 Stelle. Ha 35 anni, arriva da Pomezia (uno dei primi Comuni del Lazio a essere amministrato dal M5S) ma è originaria di Crotone. Attualmente ricopre l’incarico di vicepresidente della commissione regionale Bilancio, Federalismo fiscale, Demanio e Patrimonio. Durante la sua prima esperienza in Regione, Valentina Corrado è stata presidente del Corecom (Comitato regionale di controllo contabile) e tutt’oggi è tra i suoi componenti.

VALENTINA CORRADO, UNA “GRILLINA ORTODOSSA”?

L’ingresso in giunta Zingaretti di Valentina Corrado sarebbe una vera sorpresa per tutti coloro che la considerano una delle “grilline” più ortodosse. La ricordiamo quando, nel 2018, accusava l’ex sindaco di Pomezia Fabio Fucci – ancora in quota M5S, poi passato a una lista civica per candidarsi per la terza volta, ora approdato alla Lega – di aver voltato le spalle al Movimento e ai cittadini (clicca qui per leggere l’articolo). Salvo poi cambiare punto di vista appena due anni dopo sulla regola dei due mandati (clicca qui).

LE DOMANDE DEL CAFFÈ DI ROMA A VALENTINA CORRADO

Il Caffè di Roma ha contattato lo staff comunicazione di Valentina Corrado ponendo alcune domande dirette a cui, ieri sera, abbiamo ricevuto risposta. La prima: se Valentina Corrado avesse intenzione di replicare o rilasciare dichiarazioni in merito alle indiscrezioni che la vorrebbero prossima a entrare, come assessore, nella giunta Zingaretti. La seconda, invece, riguarda una delle battaglie che hanno visto Valentina Corrado in prima fila: l’opposizione alla realizzazione dell’autostrada Roma-Latina. Abbiamo chiesto se è vero, come riporta l’agenzia Dire, che l’appoggio al progetto dell’autostrada è sul tavolo della trattativa tra M5S e Pd in Regione Lazio.

STAFF VALENTINA CORRADO: “PER ORA NULLA DI CONCRETO”. SI PASSA DA ROUSSEAU

Questa la risposta dell’ufficio stampa di Valentina Corrado. “In merito alle notizie diffuse sulla stampa, come la stessa Consigliera ha già avuto modo di chiarire in recenti uscite, per ora non c’è nulla di concreto se non un dialogo sui temi. Qualsiasi decisione, semmai ci sarà un ingresso in Giunta del Movimento 5 Stelle in Regione Lazio, in continuità con lo spirito di condivisione che ha caratterizzato – e continua a farlo – l’esperienza di Governo centrale, passerà al vaglio degli iscritti del M5S su Rousseau“.

CHE FINE FA L’OPPOSIZIONE ALLA ROMA-LATINA?

E sull’autostrada Roma-Latina: “In merito al progetto autostradale della Roma-Latina, tutto il gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle Lazio ha sempre ribadito in ogni sede la necessità di revisione del progetto per eliminare il pedaggio ed avere un’infrastruttura intermodale di collegamento con Roma per i pendolari”. L’ufficio comunicazione della consigliera regionale, inoltre, fa presente che Valentina Corrado “non ha rilasciato alcuna dichiarazione” in merito.