Udienza il 9 giugno prossimo

Lavori fermi alla scuola di Cori: il Tar accoglie il ricorso della ditta esclusa

Congelato l'appalto per l'adeguamento e il miglioramento sismico finalizzati a verificare la vulnerabilità della scuola elementare in via Marconi, a Cori. Il Tar di Latina ha accolto la richiesta della società abruzzese Vema Progetti srl e sospeso la determina con cui, il 29 dicembre scorso, il Comune ha aggiudicato in via definitiva il contratto relativo ai servizi tecnici di progettazione preliminare, definitiva, esecutiva, misura e contabilità e coordinamento della sicurezza in fase di progettazione, geologo, indagini, studi e sondaggi degli interventi all'associazione temporanea d'imprese costituita tra l'architetto Pasquale Barone, l'ing. Anna Maria Miracco, il dott. Marco Iannini, la Geo. Geotecnica e geognostica srl e la Geoplanning Servizi per il territorio srl. I giudici, a un primo esame del ricorso con cui la Vema ha impugnato l'aggiudicazione e tutti gli atti di gara, hanno ritenuto che lo stesso sia fondato, come emergerebbe da  "evidenti elementi", specificando che le “attività di supporto alla progettazione attengono ad attività meramente strumentali alla progettazione (indagini geologiche, geotecniche e sismiche, sondaggi, rilievi, misurazioni e picchettazioni, predisposizione di elaborati specialistici e di dettaglio, con l’esclusione delle relazioni geologiche nonché la sola redazione grafica degli elaborati progettuali), ma non sono attività di progettazione in senso stretto”. Il ricorso verrà esaminato nel merito il prossimo 9 giugno e il Comune di Cori è stato intanto condannato a pagare 1.500 euro di spese di giudizio.