Dopo la recente aggressione a un bimbo

Castel Gandolfo: ancora gruppi di cinghiali sul lungolago, transennata l'area

Nel weekend la Protezione Civile di Castel Gandolfo sarà al lavoro sul lungolago, sulle spiagge verso la via Olimpica, nel tratto del Sentiero della natura 2000 per monitorare l'area, con il supporto dei Guardiarco dei Castelli e della Polizia Locale. Da ieri mattina è stata transennata tutta la vasta area lacustre fitta di vegetazione sulle tipiche spiagge dove vivono molti cinghiali tra cui l'esemplare femmina con i suoi cuccioli, almeno 5, che domenica scorsa ha aggredito un bambino sulla bicicletta facendolo finire in terra e mordendolo a una gamba, come accertato dalla Polizia Locale e dal 118 giunti sul posto. L'intervento di ieri da parte dei volontari della Protezione Civile e il controllo del territorio in questione servirà a scongiurare altri fatti simili e tenere sotto controllo i cinghiali e l'apposizione dei cartelli di attenzione agli animali selvatici, servirà anche a scoraggiare i visitatori ad avvicinarsi alla zona lunga quasi un km tra le spiagge e la strada pubblica, che sono state delimitate e indicate da nastro rosso, transenne e cartelli. L.S.






Questo giornale è efficace più del web
foto anteprima Vengono decine di clienti al mese da Il Caffè






























Ok da comuni di Albano e Castel Gandolfo
Castelli Romani, via al ‘contratto di falda acquifera’