In crisi per le chiusure di questi mesi

Ristoratori e fraschettari dei Castelli protestano a Roma: "Vogliamo lavorare"

AGGIORNAMENTI -

Finita poco fa la partecipata manifestazione del settore del ristoro in piazza del Popolo a Roma, organizzata dal MIO Italia, Movimento Italiano dell'ospitalità legato alla Federturismo. Hanno aderito decine e decine di ristoratori, baristi, titolari di bar, pizzerie, pub dei Castelli. Hanno chiesto di essere ricevuti dal Governo. Chiedono a gran voce di poter tenere aperte le loro attività, ferme da mesi a causa dell'emergenza Covid. Nei giorni scorsi anche il sindaco Staccoli di Ariccia aveva ricevuto una delegazione di rappresentanti, i quali gli hanno consegnato una lettera da destinare al presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti. 

In corso a Roma in piazza del Popolo da questa mattina alle 9 la protesta nazionale dei ristoratori, a cui ha aderito anche l'associazione Fraschette Ariccia, che riunisce i titolari di fraschette e ristoranti dei Castelli. Proprietari e lavoratori di ristoranti, trattorie, tavole calde, pizzerie, pub stanno protestando perché ridotti allo stremo dopo questi mesi di lavoro a singhiozzo e di chiusure forzate dovute all'emergenza Covid19. Numerosi delegati e gestori delle tipiche fraschette di Ariccia stanno protestando e chiedono al governo di poter tornare a lavorare. Si prevede anche un corteo verso Montecitorio, ma sono in attesa delle disposizioni delle forze dell'ordine.