L'area sarà acquisita a Patrimonio

Il Sindaco di Nettuno illustra in commissione il protocollo con le Ferrovie

Il sindaco di Nettuno Alessandro Coppola questa mattina è stato presente in commissione Affari generali e patrimonio, presieduta da Tiziana Ginnetti per illustrare la bozza di protocollo con il comune vorrebbe arrivare, in breve, all’acquisizione delle proprietà di Ferrovie a Nettuno. Su tutte l’area sosta alla stazione, compreso il canneto in via Santa Maria. La trattativa è in stato avanzato ora mancano i dettagli su quella che dovrebbe essere una compravendita di spazi che sono destinati a cambiare il volto della città. “Abbiamo intenzione di acquisire l’area, riqualificare il centro, immagino un parcheggio in via Santa Maria. È prematuro parlare di un progetto per riqualificare la città intendo affidare la progettazione ai professionisti della città con un concorso di idee. Su una parte dell’area c’è una contesa con un privato, su quell’area potrebbe esserci uno stralcio. Una volta acquisita l’area lavoreremo sul futuro della città”. È il consigliere di opposizione Antonio Taurelli che parla anche a nome del Patto-PD-Progetto Comune ed Enrica Vaccari con cui si è confrontato a chiedere dettagli sulla progettazione. “Non vogliamo ostacolare questa acquisizione ma vorremmo sapere con maggiore precisione cosa ci volete fare, vorremmo essere certi che non siano previste speculazioni edilizie”. “La nostra idea per ora – ha risposto il Sindaco – è acquisire zone di sosta e migliorare la viabilità cittadina, l’idea è non appesantire con edilizia senza preclusioni per il futuro. È un’area di infinite possibilità. In ogni caso oggi vogliamo solo discutere dell’acquisizione non del suo futuro che verrà valutato tutti insieme”. Il valore dell’area è in corso di valutazione da parte di un ente terzo rispetto a Comune e Ferrovie fermo restando che se il comune dovesse variare l’utilizzo della zona accrescendone il valore nel corso di 10 anni Ferrovie chiederebbe un ristoro. Taurelli ha quindi chiesto se fossero state valutate soluzioni diverse dalla permuta e il sindaco ha chiarito che Ferrovie non è interessata a valutazioni alternative.