Nettuno, l'operazione nel giugno scorso

Donate alla Protezione civile 3 cisterne e 100mila litri di gasolio sequestrati

Oltre 100.000 litri di gasolio, un autoarticolato, due autocisterne e attrezzature varie per il travaso del carburante - sequestrati dai Finanzieri della Compagnia di Nettuno diretta dal Capitano Ambrogio Di Napoli a giugno di quest’anno - sono stati donati alla Protezione Civile della Regione Lazio, custoditi presso un deposito giudiziario di Roma e poi distribuiti nelle varie sedi di Protezione Civile regionale. Presente all'operazione anche il presidente regionale della Protezione civile con altri dirigenti regionali protezione civile Lazio che hanno ringraziato i militari della compagnia di Nettuno. 

L’operazione era stata portata a termine a giugno, quando le Fiamme gialle scoprirono un’organizzazione che aveva la base a Nettuno e che introducevano sul territorio italiano carburante di contrabbando.

Il sodalizio, grazie a compiacenti broker esteri, acquistava partite di gasolio per autotrazione in Polonia, che poi giungeva in Italia, su gomma o su rotaia, scortato da documenti di accompagnamento con i codici degli oli lubrificanti, assoggettati a una tassazione sensibilmente inferiore.

Ora mezzi e gasolio saranno donati alla protezione civile per gestire questa delicata fase dell’emergenza sanitaria.