Terracina, la Lega voleva Norcia

Bagarre sul vicepresidente del Consiglio: la Lega espelle la consigliera Feudi

Alessandra Feudi e Sara Norcia

Tensioni a Terracina, in seguito all'elezione del vicepresidente del Consiglio. Nella giornata di venerdì, durante la prima assise comunale, si è tenuta la votazione e la Lega, partito di minoranza più numeroso, ha espresso la preferenza per Sara Norcia, ex Fratelli d'Italia transitata nel Carroccio in campagna elettorale, mentre la maggioranza è andata compatta sulla collega di partito Alessandra Feudi. La bagarre non è finita qui tant'è che da subito la Lega aveva espresso il proprio disappunto per l'elezione, andando a sollecitare e annunciare le imminenti dimissioni della Feudi. Nel frattempo sono arrivate le dichiarazioni del vicesindaco Marcuzzi di Fratelli d'Italia che, pur riconoscendo che l'incarico del vicepresidente del consiglio debba essere espressione dell'opposizione, lamentava un'assenza di comunicazione sul consigliere da eleggere. Da qui la decisione della maggioranza di confluire compatta sulla Feudi. Ultimo colpo di scena è arrivato nella serata di ieri con il comunicato della Lega che, evidenziando nonostante le rassicurazioni verbali l'assenza delle dimissioni della consigliera Feudi dal ruolo di vicepresidente del consiglio comunale, la invitava a confluire nel gruppo misto di minoranza espellendola dal partito della Lega. Con un post su Facebook Feudi chiarisce che «ribadisco al momento sono è rimango Consigliere Comunale della Lega ed attendo la discussione nei luoghi deputati a farlo, che non sono certamente le pagine di Facebook»