Illeciti profitti per 1.000.000 euro

Riciclaggio, ricettazione, estorsione: smantellato sodalizio criminale pontino

I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Latina – coordinati dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Latina – hanno disvelato l'esistenza di una collaudata organizzazione criminale, avente la propria “cabina di regia” nel capoluogo pontino, dedita alla sistematica frode fiscale nonché alla commissione di svariati delitti contro la persona (violenza e minaccia), il patrimonio (rapina, estorsione, riciclaggio, autoriciclaggio, ricettazione, trasferimento fraudolento dei valori, bancarotta fraudolenta) e reati di natura tributaria (emissioni di fatture per operazioni inesistenti, occultamento/distruzione di documenti contabili e indebite compensazioni tributarie).

Nell’ambito di un’articolata operazione di polizia giudiziaria denominata “HOME BANKING”, i Finanzieri della Tenenza di Sabaudia, sotto il coordinamento del Gruppo di Latina, hanno individuato un meccanismo fraudolento particolarmente insidioso per gli interessi erariali realizzato da uno studio di “consulenza” fiscale e commerciale, risultato poi privo dei prescritti requisiti abilitativi. In particolare, lo stesso ha consentito, grazie a particolari artifizi, ai propri clienti (130 soggetti economici) di compensare illecitamente debiti tributari e previdenziali (per un valore complessivo di circa 8 milioni di euro) maturati nei confronti dell’Erario con crediti d’imposta fittizi, eludendo in tal modo i controlli fiscali automatizzati da parte dell’Agenzia dell’Entrate.

In cambio dell’illecito risparmio d’imposta, i clienti del citato studio di “consulenza” erano soliti pagare la somma di denaro pattuita pari al 10% del debito erariale maturato: accordi questi che, nel tempo, hanno consentito al sodalizio criminale di realizzare complessivamente illeciti profitti per oltre 1.000.000 euro e di acquisire la disponibilità di lussuose autovetture (Porsche Panamera, Cayenne, Carrera, etc.) e di n. 3 natanti (un’imbarcazione di 15 metri, un gommone di circa 8 metri e una potente moto d’acqua). L’attività investigativa ha permesso, inoltre, di accertare che, in taluni casi, alcuni imprenditori, non riuscendo ad onorare per tempo il debito contratto a titolo di compenso con la predetta organizzazione criminale, sono stati costretti – con la prospettata minaccia di “riavviare” l’ordinaria procedura per il pagamento dei debiti erariali maturati – a trasferire alla menzionata organizzazione criminale la disponibilità di beni di lusso di valore di gran lunga superiore a quello pattuito. È il caso, a titolo puramente esemplificativo, di due imprenditori (operanti nel settore edilizio) che, al fine di onorare un debito sempre via via più crescente nei confronti del sodalizio criminale, sono stati obbligati a cedere, in un caso, una Porsche Carrera e, in un altro caso, opere d’arte e orologi Rolex.

Le indagini – che sono state svolte sotto la direzione del Procuratore della Repubblica Dott. Giuseppe De Falco e del Sostituto Procuratore della Repubblica Dott. Marco Giancristofaro – si sono articolate in complesse analisi documentali, in un elevato numero di riscontri contabili presso soggetti terzi, nella disamina dei bilanci societari, nonché nell’effettuazione di mirate indagini bancarie e tecniche, disvelando l’intera associazione criminale, in relazione alla quale il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Latina, dottor Giuseppe Cario – rilevata la solidità del quadro indiziario emergente dall’attività investigativa – ha disposto la custodia cautelare nei confronti di n. 03 persone (di cui n. 02 in carcere ed n. 01 ai domiciliari) e l’esecuzione di un decreto di sequestro preventivo, finalizzato alla confisca, fino alla concorrenza dell'importo di oltre 6,5 milioni di euro. L’attività di servizio testimonia il costante impegno e la particolare attenzione che la Guardia di Finanza pontina – diretta dal Col. t.ST Michele Bosco – riserva alla sicurezza economico-finanziaria del territorio, mirando alla tutela dell’economia legale e del corretto funzionamento del mercato contro forme di disonesta concorrenza attraverso l’utilizzo di frodi fiscali e pratiche finanziarie illegali.

 

 






Per lui uno striscione alle autolinee
Addio a Bruno, l'autista di Latina amico degli studenti


<
>
Sport
Calcio a 5
"Contenta per l'opportunità"
Serie A2. Mirafin, Moira Mirra è il nuovo Direttore Generale
Calcio a 5
Cencelli-Bonetto nello Staff di Esposito
Serie B. Fortitudo Futsal Pomezia, cambio di passo per una stagione da vertice
Calcio a 5
Lo scorso anno in A2 col Ciampino
Serie B. Colpaccio United Pomezia, preso Gianmarco Paolini
Calcio a 5
Per lui esperienze importanti a Ciampino
Serie B. La Fortituto Futsal Pomezia prepara il colpo Alessio Lemma
Sport
Non più snobbato dal piccolo schermo
Campionati fermi: se vi manca il calcio, ci pensano le serie Tv
Calcio Serie D
Parla il centrocampista Flavio Mattia
Aprilia Racing, "C'è tanta voglia di tornare in campo"
Calcio a 5
L'intervista al DS Stefano Rocchi
Serie A2, la Mirafin pensa già al futuro
Calcio Eccellenza
Gli ospiti vincono 3-0
Girone A. L'Anzio Calcio cede al Monterotondo Scalo