Si tratta di ragazze rom

Borseggiatrici residenti ad Anzio e Pomezia denunciate a Roma: tutte incinta

Partivano dalla periferia di Anzio e dal campo nomadi di Castel Romano per mettere a segno dei furti nella Capitale. E lo facevano pur essendo tutte in gravidanza. E’ questa la storia di una banda di cinque borseggiatrici rom, tutte denunciate a piede libero per furto aggravato proprio a causa del loro stato interessante. Le ragazze, di età compresa fra i 19 e i 26 anni, sono state viste dai carabinieri della Stazione di Roma San Lorenzo in Lucina mentre accerchiavano una anziana donna romana sul tram 3, rubandole il portafogli. I carabinieri sono quindi intervenuti bloccando le ladre e restituendo la refurtiva alla proprietaria.








<
>
Sport
Calcio a 5
Per lui esperienze importanti a Ciampino
Serie B. La Fortituto Futsal Pomezia prepara il colpo Alessio Lemma
Sport
Non più snobbato dal piccolo schermo
Campionati fermi: se vi manca il calcio, ci pensano le serie Tv
Calcio Serie D
Parla il centrocampista Flavio Mattia
Aprilia Racing, "C'è tanta voglia di tornare in campo"
Calcio a 5
L'intervista al DS Stefano Rocchi
Serie A2, la Mirafin pensa già al futuro
Calcio Eccellenza
Gli ospiti vincono 3-0
Girone A. L'Anzio Calcio cede al Monterotondo Scalo
Calcio Serie D
A via Varrone termina 0-0
Girone E. Pomezia Calcio a reti bianche contro il Flaminia








Antidoto nei “gemellaggi” mondiali
I ‘focolai’ da spegnere e il fuoco della Vita