I dubbi di Italia Nostra e Comitato

Villa Paolina, perchè quei lavori nonostante il vincolo delle Belle Arti?

Nonostante sia stato dichiarato Bene vincolato dalla Direzione Generale Belle Arti e del Paesaggio, e gli esposti/denuncia inviati dal Comitato Salviamo Villa Paolina e da Italia Nostra Roma al Ministero dei Beni Culturali, alla Direzione Generale Archeologia Belle Arti e Paesaggio, alla Soprintendenza Speciale Archeologia, alla Presidente del II Municipio e alla Direzione Tecnica, sono iniziati i lavori ed è stato aperto un cantiere a Villa Paolina di Mallinkrodt. “Ma sono stati presentati tutti i documenti ed elaborati di progetto necessari per consentire un regolare inizio dei lavori?”. A lanciare l’allarme il comitato Salviamo Villa Paolina e l’Associazione Italia Nostra Roma che, da anni, si battono per salvaguardare la splendida palazzina Liberty nel cuore del II Municipio al Nomentano.

L’inizio dei lavori ed i timori delle associazioni – “Temevamo proprio che, dopo il fermo cantieri avuto per l’emergenza sanitaria e sotto la spinta dell’imminente ripresa delle attività edilizie, potessero iniziare delle attività non correttamente approvate e definite per Villa Paolina di Mallinckrodt – spiegano dal comitato e da Italia Nostra – e questo si è dimostrato fondato. Infatti da martedì 5 maggio ci siamo accorti dell’inizio di alcune attività di cantiere nella Villa e che nessun cartello previsto dalla Legge era presente. Nei giorni successivi queste attività sono continuate con lavori all’interno (dai rumori percepiti probabilmente si tratta di demolizioni) e impalcature che sono salite fino al secondo piano e sempre senza la presenza della cartellonistica prevista dalla Legge”.

Le segnalazioni al II Municipio e alla Polizia Locale – Il Comitato Salviamo Villa Paolina ha subito avvisato con due segnalazioni sia scritte che verbali il Corpo di Polizia Locale di zona e il II Municipio, richiedendo un intervento urgentissimo per la verifica del cantiere e per l’adozione dei provvedimenti conseguenti alla tutela dell’interesse pubblico e del bene culturale, “ma – sottolineano – stiamo ancora attendendo una loro risposta”.

Un progetto molto discusso – “Sulle criticità del progetto pendono numerosi esposti/denunce fatte alla Procura e al Ministero – ribadiscono con una nota congiunta il comitato Salviamo Villa Paolina ed Italia Nostra Roma – sono state fatte richieste di integrazione a causa delle carenze degli elaborati progettuali e richieste di verifica delle procedure adottate, in particolare sulla categoria di intervento ammissibile sull’edificio in quanto bene culturale dichiarato con decreto ministeriale. E’ stato infatti presentato solo un progetto di massima e mancano completamente gli elaborati di fattibilità, un accurato rilievo dello stato attuale del bene vincolato, i progetti esecutivi sia strutturali che impiantistici, il progetto esecutivo architettonico e i calcoli strutturali”. In particolare Italia Nostra Roma e il Comitato SVPM segnalano che la proprietà immobiliare ha presentato la SCIA il 23.12.2019 per un progetto chiamato di “Restauro e Rifunzionalizzazione” ma che in realtà è un progetto di “Ristrutturazione Edilizia pesante”, come dichiarato dalla stessa società immobiliare nella presentazione della SCIA, e che richiederebbe pertanto un permesso a costruire. Inoltre nei beni culturali vincolati sono ammessi solo interventi di Restauro conservativo.








<
>
Sport
Calcio a 5
Per lui esperienze importanti a Ciampino
Serie B. La Fortituto Futsal Pomezia prepara il colpo Alessio Lemma
Sport
Non più snobbato dal piccolo schermo
Campionati fermi: se vi manca il calcio, ci pensano le serie Tv
Calcio Serie D
Parla il centrocampista Flavio Mattia
Aprilia Racing, "C'è tanta voglia di tornare in campo"
Calcio a 5
L'intervista al DS Stefano Rocchi
Serie A2, la Mirafin pensa già al futuro
Calcio Eccellenza
Gli ospiti vincono 3-0
Girone A. L'Anzio Calcio cede al Monterotondo Scalo
Calcio Serie D
A via Varrone termina 0-0
Girone E. Pomezia Calcio a reti bianche contro il Flaminia


900mila € per la rete idrica di Roma
Acea, via alla manutenzione dell’acquedotto

Sale la tensione tra i grillini
L’M5S blinda la ricandidatura della Raggi





















Non mancano le polemiche per il bando
Ad Ostia arrivano i chioschi bar a forma di frutta