Sostegno per singoli e famiglie

Ad Anzio una carta prepagata per chi ha bisogno, la domanda solo via mail

Ad Anzio stanziati 300 euro una tantum per le persone sole e 400 euro a nucleo familiare, con l’incremento di 100 euro per ogni figlio, con ulteriori 100 euro per ogni minore con disabilità, fino ad un massimo di 600 euro. E’ quanto approvato, questa mattina, dalla Giunta De Angelis che, in aggiunta alle misure già adottate in passato, ha attivato un fondo sociale comunale di 250.000 euro per fronteggiare, concretamente, l’emergenza economica delle famiglie bisognose.

Un avviso pubblico “aperto” ed un semplice modulo di due pagine, online da domani mattina (31 marzo), con il quale gli aventi diritto potranno richiedere, esclusivamente via e.mail, il contributo straordinario del Comune di Anzio. L’istruttoria sarà aperta e gestita, nell’immediato, dall’ufficio alle politiche sociali dell’Ente. Alla chiusura della procedura sarà spedita, all’indirizzo del richiedente, una carta prepagata caricata con l’importo spettante.

“Qualora sarà necessario – afferma il Sindaco, Candido De Angelis – siamo pronti ad implementare il fondo, nessuno deve rimanere indietro e nessuno deve essere lasciato solo. Allo stesso tempo l’importo complessivo, per aiutare chi ha bisogno, potrà essere incrementato con i contributi regionali e con quelli della Protezione Civile. Un avviso pubblico aperto, un modulo, una carta prepagata ed una procedura snella, consentirà a tante famiglie di avere un’entrata economica certa e per superare questo periodo drammatico della nostra Patria. A questo provvedimento – conclude il Sindaco De Angelis – si aggiunge il taglio di 500.000 euro della TARI per tutte le categorie produttive di Anzio, lo stanziamento di 50.000 euro per migliorare la didattica a distanza ed altri atti concreti che siamo pronti ad adottare per tutelare la popolazione di Anzio”.

L’azione amministrativa della Giunta De Angelis si rivolge alle famiglie bisognose, attualmente in reale situazione di indigenza. Per usufruire del contributo straordinario i cittadini non dovranno essere percettori di misure nazionali di politica attiva del lavoro e di contrasto alla povertà quali Reddito di Inclusione, Reddito di Cittadinanza, Pensione di Cittadinanza, di prestazioni di assicurazione sociale per l’impiego (NaSpi), di assegno di disoccupazione (Asdi), di non essere beneficiario di Dis-Coll, di misure a sostegno del reddito previste dal decreto legge del 17 marzo 2020 n.18 ( cassa integrazione ordinaria o in deroga, assegni ordinari dei Fondi di solidarietà, contributi per lavoratori autonomi ecc.), di trovarsi nella condizione di inoccupazione/disoccupazione a qualsiasi titolo.

Il contributo comunale per emergenza covid-19 è finalizzato a sostenere le esigenze relative all’acquisto generi di prima necessità nella misura minima del 40% del contributo, spese per acquisto farmaci o ticket sanitari, prestazione di  natura socio sanitaria resa al domicilio (assistenza domiciliare, assistenza infermieristica).








<
>
Sport
Sport
Non più snobbato dal piccolo schermo
Campionati fermi: se vi manca il calcio, ci pensano le serie Tv
Calcio Serie D
Parla il centrocampista Flavio Mattia
Aprilia Racing, "C'è tanta voglia di tornare in campo"
Calcio a 5
L'intervista al DS Stefano Rocchi
Serie A2, la Mirafin pensa già al futuro
Calcio Eccellenza
Gli ospiti vincono 3-0
Girone A. L'Anzio Calcio cede al Monterotondo Scalo
Calcio Serie D
A via Varrone termina 0-0
Girone E. Pomezia Calcio a reti bianche contro il Flaminia
Calcio Promozione
Battuto 2-1 il Casal Palocco
Girone C. Il Centro Sportivo Primavera riprende la corsa Play Off
Volley Femminile
0-3 contro la Virtus Latina
Serie C, Girone B. Rovescio interno per la Pizzamore Onda






EVENTI (0)